CANAVESE - Salvati un anno fa, sono stati liberati oggi quattro caprioli sulle sponde del lago Pistono - FOTO

| Dopo un anno di cure, la liberazione è avvenuta sulle sponde del lago Pistono, nel territorio del Comune di Montalto Dora, in un ambiente idoneo al loro sostentamento naturale e di notevole valenza naturalistica.

+ Miei preferiti
CANAVESE - Salvati un anno fa, sono stati liberati oggi quattro caprioli sulle sponde del lago Pistono - FOTO
Terminata la fase di reinserimento nell’ambiente naturale, sono stati liberati nella zona dei cinque Laghi di Ivrea i quattro piccoli caprioli che, circa un anno fa, erano stati portati da alcuni cittadini al CANC, il Centro Animali Non Convenzionali della Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università, convenzionato con il Servizio Tutela Fauna e Flora della Città Metropolitana di Torino. La liberazione è avvenuta sulle sponde del lago Pistono, nel territorio del Comune di Montalto Dora, in un ambiente idoneo al loro sostentamento naturale e di notevole valenza naturalistica.

In alcuni casi i piccoli Caprioli erano stati sottratti inconsapevolmente alle cure della mamma, mentre in altri casi erano stati raccolti in evidente difficoltà. I piccoli erano giunti al Centro che ha sede a Grugliasco verso la fine del maggio 2015 e, grazie alle cure dei veterinari del CANC, erano cresciuti sani in una piccola area circoscritta. Dopo aver superato i cinque mesi di età, nell’ottobre scorso i piccoli erano stati trasferiti presso un centro di riambientamento a Caprie, in Valle di Susa, in una vasta area recintata dove hanno potuto acquistare il tipico comportamento della specie, contraddistinto da una elevata diffidenza nei confronti dell’uomo. Il centro di riambientamento di Caprie è anch’esso convenzionato con il Servizio Tutela Fauna e Flora della Città Metropolitana di Torino. Alla piccola “truppa” di cuccioli di Capriolo si era aggiunta nei mesi scorsi una femmina adulta, che era stata trasportata ferita al CANC, era gravida e ha partorito con successo durante il periodo di cura. Una volta guarita, la femmina ha fatto da mamma putativa anche ai piccoli non suoi. Trascorsi ulteriori sette mesi di relativa pace nell'area recintata, i Caprioli sono stati catturati stamani e liberati intorno al lago Pistono.
 
«È stata un’esperienza interessante ed emozionante, che mi ha consentito di apprezzare una volta di più la professionalità del nostro personale. – ha commentato la consigliera Gemma Amprino della Città metropolitana - sono abbastanza frequenti i casi di cittadini che si rivolgono al Servizio Tutela Fauna e Flora o ai veterinari del Centro Animali Non Convenzionali di Grugliasco per consegnare piccoli di Capriolo o di altri mammiferi selvatici rinvenuti in zone rurali o montane. E’ bene sottolineare che, nella maggior parte dei casi, non si tratta di animali abbandonati dai genitori. I piccoli non devono essere sottratti alle cure della mamma, che spesso si aggira nei paraggi dei luoghi in cui i piccoli vengono avvistati. Si deve intervenire solo quando i cuccioli sono in evidente difficoltà o sono feriti. Quando non sono in difficoltà, prelevarli significa compromettere la loro capacità di vivere nell’ambiente naturale».
 
La consigliera Amprino ricorda che la Città Metropolitana, grazie al progetto Salviamoli Insieme, garantisce un importante presidio sul territorio per la tutela della fauna selvatica. «Ma si tratta appunto di un servizio da allertare solo in caso di effettiva necessità, perché le consegne improprie di piccoli animali ai nostri agenti comportano un aggravio di lavoro e di costi. Questi animali devono essere ricoverati presso centri di riabilitazione e riambientamento convenzionati con la Città Metropolitana (nei quali si cerca di farli tornare alla loro naturale “selvaticità”) e successivamente liberati nel corso di operazioni complesse e delicate, eseguite da personale specializzato».
Galleria fotografica
CANAVESE - Salvati un anno fa, sono stati liberati oggi quattro caprioli sulle sponde del lago Pistono - FOTO - immagine 1
CANAVESE - Salvati un anno fa, sono stati liberati oggi quattro caprioli sulle sponde del lago Pistono - FOTO - immagine 2
CANAVESE - Salvati un anno fa, sono stati liberati oggi quattro caprioli sulle sponde del lago Pistono - FOTO - immagine 3
CANAVESE - Salvati un anno fa, sono stati liberati oggi quattro caprioli sulle sponde del lago Pistono - FOTO - immagine 4
CANAVESE - Salvati un anno fa, sono stati liberati oggi quattro caprioli sulle sponde del lago Pistono - FOTO - immagine 5
CANAVESE - Salvati un anno fa, sono stati liberati oggi quattro caprioli sulle sponde del lago Pistono - FOTO - immagine 6
CANAVESE - Salvati un anno fa, sono stati liberati oggi quattro caprioli sulle sponde del lago Pistono - FOTO - immagine 7
CANAVESE - Salvati un anno fa, sono stati liberati oggi quattro caprioli sulle sponde del lago Pistono - FOTO - immagine 8
CANAVESE - Salvati un anno fa, sono stati liberati oggi quattro caprioli sulle sponde del lago Pistono - FOTO - immagine 9
Dove è successo
QCuccioli
CIRIE' - Un corso gratuito per convivere con il cane
CIRIE
I tre appuntamenti sono gratuiti ed aperti a tutti attuali e futuri possessori di cani ed ai simpatizzanti che sono interessati a scoprire di più su questo compagno di vita dal punto di vista veterinario, educativo e legale
CUORGNE' - Idioti sparano in bocca a un gatto: salvato dai volontari di Rivarolo che, adesso, chiedono aiuto
CUORGNE
Ancora idioti (ed è un eufemismo) in azione contro gli animali. L'associazione «Le Vibrisse - onlus» di Rivarolo Canavese segnala il recupero di un gatto al quale hanno sparato a Salto
SPARONE - Cervo ucciso: i cacciatori prendono le distanze dal brutto episodio
SPARONE - Cervo ucciso: i cacciatori prendono le distanze dal brutto episodio
Secondo i veterinari dell'Asl To4, che si sono occupati della rimozione del cervo, ad uccidere l'animale è stato un colpo di fucile che ha raggiunto l'esemplare (di oltre 150 chili) vicino al cuore
SPARONE - Cervo ucciso senza motivo: abbandonato agonizzante dai bracconieri
SPARONE - Cervo ucciso senza motivo: abbandonato agonizzante dai bracconieri
Sui social la notizia dell'uccisione del cervo è stata diffusa dal sindaco di Cuorgnè, Beppe Pezzetto, che ha bollato i bracconieri come «idioti»
SICCITA' E INCENDI - Per il momento nessuno stop all'apertura della caccia in Piemonte
SICCITA
In questi giorni, l'Ispra ha segnalato «una situazione meteorologica decisamente critica» che comporta una condizione di rischio della fauna selvatica condizionando il successo riproduttivo e aumentando la mortalità
CASTELLAMONTE - Gatti spariti da San Giovanni: ricompensa per chi li ritrova
CASTELLAMONTE - Gatti spariti da San Giovanni: ricompensa per chi li ritrova
Il tigrato si chiama Pepe e la squamata Milù. La proprietaria offre 200 euro di ricompensa per chi riuscisse a trovare i suoi mici
CANAVESE - Appello per questi quattro gattini senza famiglia
CANAVESE - Appello per questi quattro gattini senza famiglia
Questi deliziosi micini nati a inizio giugno sono in attesa di famiglie affettuose che vogliano adottarli
RIVAROLO - Idiota spara ai gatti in pieno centro: indagini dei carabinieri in corso
RIVAROLO - Idiota spara ai gatti in pieno centro: indagini dei carabinieri in corso
A farne le spese il povero Theor, un gatto bianco e nero di proprietà di una residente della zona. La stessa che, dopo l'accaduto, ha presentato la denuncia ai carabinieri
CANAVESE - Cosa fare e a chi rivolgersi quando si trova un animale in difficoltà?
CANAVESE - Cosa fare e a chi rivolgersi quando si trova un animale in difficoltà?
La fauna selvatica è un bene prezioso della collettività ed è tutelata dalla legge
LOCANA - Il fiuto dell'unità cinofila fondamentale per salvare il disperso in montagna - FOTO
LOCANA - Il fiuto dell
Con molta caparbietà, affrontando una zona estremamente impervia e pericolosa, grazie alla tenacia ed all'udito fino degli operanti è stata circoscritta una zona da dove si udivano le flebili risposte del disperso
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore