MONTANARO - Volpi uccise e mutilate per il commercio illegale delle code - FOTO

| Le foto delle volpi, postate subito dopo l'epifania su diversi gruppi Facebook, hanno fatto immediatamente il giro dei social network, provocando una inevitabile ondata di rabbia e disappunto. Gli autori rischiano fino a 4 anni di carcere

+ Miei preferiti
MONTANARO - Volpi uccise e mutilate per il commercio illegale delle code - FOTO
Non sono state uccise per caso da qualche bracconiere. Le due volti trovate morte qualche settimana fa in un bosco tra Montanaro e Chivasso, nella zona tra la frazione Pogliani e le cave Ronchi, sarebbero state uccise e mutilate per uno scopo ben preciso. E' quanto hanno accertato i carabinieri forestali che si stanno occupando delle indagini del caso. Entrambi gli animali, oltre a essere appesi con delle corde, erano stati mutilati della coda. Per questo motivo, gli inquirenti stanno seguendo una pista ben precisa, che porta dritta al commercio illegale delle code di volpe, ritenute molto pregiate dagli amanti delle pellicce.

Le foto delle volpi, postate subito dopo l'epifania su diversi gruppi Facebook, hanno fatto immediatamente il giro dei social network, provocando una inevitabile ondata di rabbia e disappunto. Ma se, in un primo momento, si era ipotizzata l'azione di qualche allevatore della zona, forse indispettito dagli attacchi e dalla presenza delle volpi vicino alle aziende agricole, adesso le indagini dei carabinieri forestali sembrano mettere quella barbara doppia uccisione sotto una luce diversa, se possibile ancor più cruenta.

L'ipotesi di reato formulata dalla procura di Ivrea è di uccisione di animale, che prevede una pena fino a quattro anni di reclusione. I corpi delle povere bestie sono stati trasportati all'Istituto zooprofilattico di Torino per le analisi del caso.

Galleria fotografica
MONTANARO - Volpi uccise e mutilate per il commercio illegale delle code - FOTO - immagine 1
MONTANARO - Volpi uccise e mutilate per il commercio illegale delle code - FOTO - immagine 2
QCuccioli
GIRO D'ITALIA - Istituita una «no-fly zone» per non disturbare gli animali del Parco Gran Paradiso
GIRO D
Saranno 23 i guardaparco impegnati già da giovedì 23 maggio, anche a supporto dell'organizzazione, per le operazioni di controllo nel territorio del Parco
SAN GIORGIO - Idiota avvelena la colonia felina vicino al castello
SAN GIORGIO - Idiota avvelena la colonia felina vicino al castello
C'erano sette gatti, tutti in fase di sterilizzazione. Se ne sono salvati solo due. Dei cinque avvelenati l'ultimo è Tigro
IVREA - Gallo vivo gettato in un bidone: migliorano le condizioni di salute
IVREA - Gallo vivo gettato in un bidone: migliorano le condizioni di salute
Il gallo è diventato la mascotte dell'allevamento amatoriale galline ornamentali «Piccolo Paradiso»
RIVARA - Due gatti abbandonati dentro un sacco e lasciati sotto la pioggia
RIVARA - Due gatti abbandonati dentro un sacco e lasciati sotto la pioggia
Si cercano volontari per uno stallo temporaneo oppure qualche famiglia in grado di offrire loro un'adozione al volo
IVREA - Appello per ritrovare la gatta Ginger - FOTO
IVREA - Appello per ritrovare la gatta Ginger - FOTO
Per segnalazioni e contatti è possibile chiamare il numero 333-2802885 Mariolina oppure 348-8736156 Paola
IVREA - Cavallo maltrattato rischia di tornare al suo aguzzino
IVREA - Cavallo maltrattato rischia di tornare al suo aguzzino
Una petizione online su change.org per salvare, una seconda volta, il cavallo Apollo. Il suo caso è stato discusso al tribunale di Ivrea. Era stato ritrovato dai carabinieri a Corio
COLLERETTO CASTELNUOVO - Sfratto al maneggio: 12 cavalli bloccati dentro le stalle senza cibo - FOTO
COLLERETTO CASTELNUOVO - Sfratto al maneggio: 12 cavalli bloccati dentro le stalle senza cibo - FOTO
Tra i cavalli reclusi nella stalla, una è gravida, due sono puledri e almeno un paio necessitano di cure sanitarie. Anche per questo motivo questa mattina i proprietari hanno chiesto l'intervento dei carabinieri della compagnia di Ivrea
PARCO GRAN PARADISO - Un altro piccolo gipeto è nato sotto gli occhi della telecamera - VIDEO
PARCO GRAN PARADISO - Un altro piccolo gipeto è nato sotto gli occhi della telecamera - VIDEO
Il Gypaetus barbatus è considerato «prossimo alla minaccia di estinzione» dall'Unione internazionale per la conservazione della natura
CANAVESE - Coldiretti: «Piano lupo: primo impegno difendere pecore, capre e mucche»
CANAVESE - Coldiretti: «Piano lupo: primo impegno difendere pecore, capre e mucche»
«Salviamo le migliaia di animali uccisi dove la presenza del lupo si è moltiplicata negli ultimi anni con stragi ai danni degli allevamenti». E’ quanto afferma Fabrizio Galliati della Coldiretti
CANAVESE - Prendi un cane dal canile? Non paghi la bolletta dei rifiuti. L'idea (geniale) del Comune di Ozegna
CANAVESE - Prendi un cane dal canile? Non paghi la bolletta dei rifiuti. L
Grazie al nuovo regolamento, da oggi chi desidera prendersi un cane che si trova in un canile convenzionato con il Comune di Ozegna, non sarà più tenuto a pagare le spese dei rifiuti. «Così combattiamo concretamente il randagismo»
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore