OZEGNA-LUSIGLIE' - Il parroco va a caccia e viene riempito di insulti

| Su internet qualcuno gli ha anche augurato di fare una brutta fine

+ Miei preferiti
OZEGNA-LUSIGLIE - Il parroco va a caccia e viene riempito di insulti
Si sono scatenati contro il parroco di Lusigliè e Ozegna don Luciano Bardesono, infortunatosi durante una battuta di caccia solitaria, l'altro pomeriggio, nei boschi di Ciconio. Si sono scatenati augurandogli le "peggio cose". Sono ovviamente gli utenti Facebook che non hanno perso occasione per sentenziare tutto il loro malumore contro il prete cacciatore. Qualcuno si è anche detto dispiaciuto perchè l'incidente dell'altro pomeriggio non si è trasformato in tragedia. Don Luciano Bardesono, infatti, 76 anni, ieri è tornato a Lusigliè, in parrocchia. Provato dall'esperienza ma comunque in discrete condizioni di salute.
 
Pesanti, invece, i commenti comparsi in rete. «Invece di andare a spasso per i boschi imbracciando un fucile, dovrebbe andare in giro a predicare pace e amore», scrivono i più moderati. Altri sono stati meno concilianti: «Finalmente Dio lo ha punito»; «Un prete che è un insulto per tutti i credenti». Fino all’incredibile: «Peccato si sia salvato». Qualcuno ha anche provato a prendere le difese del sacerdote ma non ha ottenuto un grande successo.
 
«Fargli pagare i soccorsi così gli passa la fantasia» suggerisce un utente Facebook. E ancora: «Ritrovato? Peccato». «Non ha nemmeno capito cosa insegnava Gesù: non uccidere è un comandamento». «Un prete va a caccia? In linea con gli insegnamenti di San Francesco». Oppure: «E' finita bene? Si vergogni prete di m...». 
Dove è successo
QCuccioli
SAN GIORGIO - Appello per ritrovare la piccola cucciola scomparsa
SAN GIORGIO - Appello per ritrovare la piccola cucciola scomparsa
La famiglia lancia un appello per ritrovare la cagnetta al pił presto. Per info e contatti č possibile chiamare il numero 347-7746565
ANIMALI - Gli agenti della Cittą metropolitana di Torino salvano un cardellino
ANIMALI - Gli agenti della Cittą metropolitana di Torino salvano un cardellino
Le perquisizioni effettuate da personale della Cittą Metropolitana hanno inoltre consentito di sequestrare numerosi mezzi di cattura illeciti e di far emergere un giro di ricettazione che coinvolgeva anche le province Biella e Cuneo
CUORGNE' - Nelle frazioni continuano a sparare ai gatti
CUORGNE
La micia ferita č stata soccorsa da un veterinario ed č stata salvata. Era stata colpita da qualche idiota con dei proiettili ad aria compressa
PRATIGLIONE - Appello per ritrovare la gatta scomparsa
PRATIGLIONE - Appello per ritrovare la gatta scomparsa
Riceviamo e pubblichiamo l'appello di Elisa che in questi giorni ha smarrito la propria gatta nei pressi del municipio di Pratiglione
CASTELLAMONTE - Gattini abbandonati nel bosco: appello urgente per salvarli
CASTELLAMONTE - Gattini abbandonati nel bosco: appello urgente per salvarli
Servirebbe una gatta in allattamento o una balia umana che possa dedicarsi ai due cuccioli recuperati in un bosco della frazione Filia
CUORGNE'-RIVAROLO - E' morto il micio al quale un idiota ha sparato a Salto
CUORGNE
«E' con estremo dolore che dobbiamo informarvi che Tiger č volato sul ponte. Speravamo con tutto il cuore che con tutte le cure potesse farcela, rimettersi in sesto, ma la sua situazione č peggiorata drasticamente»
CIRIE' - Un corso gratuito per convivere con il cane
CIRIE
I tre appuntamenti sono gratuiti ed aperti a tutti attuali e futuri possessori di cani ed ai simpatizzanti che sono interessati a scoprire di pił su questo compagno di vita dal punto di vista veterinario, educativo e legale
CUORGNE' - Idioti sparano in bocca a un gatto: salvato dai volontari di Rivarolo che, adesso, chiedono aiuto
CUORGNE
Ancora idioti (ed č un eufemismo) in azione contro gli animali. L'associazione «Le Vibrisse - onlus» di Rivarolo Canavese segnala il recupero di un gatto al quale hanno sparato a Salto
SPARONE - Cervo ucciso: i cacciatori prendono le distanze dal brutto episodio
SPARONE - Cervo ucciso: i cacciatori prendono le distanze dal brutto episodio
Secondo i veterinari dell'Asl To4, che si sono occupati della rimozione del cervo, ad uccidere l'animale č stato un colpo di fucile che ha raggiunto l'esemplare (di oltre 150 chili) vicino al cuore
SPARONE - Cervo ucciso senza motivo: abbandonato agonizzante dai bracconieri
SPARONE - Cervo ucciso senza motivo: abbandonato agonizzante dai bracconieri
Sui social la notizia dell'uccisione del cervo č stata diffusa dal sindaco di Cuorgnč, Beppe Pezzetto, che ha bollato i bracconieri come «idioti»
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore