SICCITA' E INCENDI - Per il momento nessuno stop all'apertura della caccia in Piemonte

| In questi giorni, l'Ispra ha segnalato «una situazione meteorologica decisamente critica» che comporta una condizione di rischio della fauna selvatica condizionando il successo riproduttivo e aumentando la mortalità

+ Miei preferiti
SICCITA E INCENDI - Per il momento nessuno stop allapertura della caccia in Piemonte
L’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) è il più importante Ente Scientifico italiano che si occupa di fauna selvatica ed è il referente ufficiale dei Ministeri che si occupano di attività venatoria. In questi giorni, l’ISPRA ha segnalato a tutte le Regioni italiane, Piemonte compreso, che fin dall’inizio del 2017 si è manifestata in Italia “una situazione meteorologica decisamente critica” con temperature massime prolungate e prolungati periodi di siccità con espansione del numero degli incendi. Questa situazione, lancia l’allarme ISPRA, “comporta una condizione di rischio della fauna selvatica condizionando il successo riproduttivo e aumentando la mortalità degli individui. A ciò deve essere aggiunto un impoverimento dell’offerta trofica”. 
 
In applicazione del comma 1, art. 19 della L. 157/1992 ISPRA invita pertanto le Regioni ad adottare misure di contenimento e limitazione dell’attività venatoria per la stagione 2017/2018, il cui inizio è ormai prossimo. Lac e Pro Natura invitano le competenti autorità regionali ad «attivarsi affinché le richieste dell’ISPRA vengano recepite nella nostra Regione nella misura più ampia possibile. La Regione Piemonte ha sempre rivendicato con giustificato orgoglio una gestione dell’attività venatoria in linea con le indicazioni provenienti dal mondo scientifico; siamo pertanto fiduciosi che anche in questa occasione le richieste dell’ISPRA verranno tenute nella massima considerazione».
 
Intervento dell'assessore alla Caccia della Regione Piemonte, Giorgio Ferrero, sull'opportunità di adottare eventuali limitazioni all'attività venatoria: «Al di là di quanto previsto dalla legge 157/92, si tratta - puntualizza Ferrero - di un documento pertinente ed assolutamente apprezzabile dal punto di vista della tutela dell’ambiente in un contesto di delicata criticità come quello attuale. E' bene però precisare che e indicazioni contenute si rivolgono a due eventi specifici: gli incendi boschivi e la siccità. Per quanto riguarda il primo caso, per fortuna la nostra Regione non è stata colpita in maniera così pesante come avvenuto in altri territori e che nelle aree interessate, costantemente monitorate con attenzione dai carabinieri forestali, è vietata l’attività venatoria. Per quanto riguarda la questione derivante dal lungo periodo siccitoso, le indicazioni di Ispra pongono particolare attenzione agli uccelli acquatici, raccomandando l’apertura del prelievo ad ottobre, evitando le aperture in settembre. A tal proposito la Regione Piemonte rientra ampiamente nell’osservazione di queste raccomandazioni, tanto che non c’è alcuna pre-apertura». 
 
Il Settore regionale competente ha richiesto a Province, comprensori alpini e ambiti territoriali di caccia di far pervenire eventuali situazioni di criticità, al fine di attuare tempestivamente e caso per caso eventuali opportuni provvedimenti, e per assicurare il costante monitoraggio delle variabili meteoclimatiche e idrogeologiche.
QCuccioli
CARAVINO - Una taglia di 5000 euro per trovare chi ha ucciso Gaia
CARAVINO - Una taglia di 5000 euro per trovare chi ha ucciso Gaia
Una taglia da 5000 euro è stata istituita dall'Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente sulla testa dell'assassino del cucciolo di San Bernardo ucciso con un colpo di carabina domenica 12 agosto a Caravino
ORRORE A CARAVINO - Sparano al cane senza motivo e lo uccidono con un colpo al polmone
ORRORE A CARAVINO - Sparano al cane senza motivo e lo uccidono con un colpo al polmone
Ancora un atto di barbarie nei confronti di animali indifesi. Un altro gravissimo episodio in Canavese, questa volta a Caravino. Una cucciola di San Bernardo, Gaia di otto mesi, è stata uccisa da un colpo di carabina
SAN BENIGNO CANAVESE - Veleno per le nutrie: uccisi due cani lungo la pista ciclopedonale
SAN BENIGNO CANAVESE - Veleno per le nutrie: uccisi due cani lungo la pista ciclopedonale
Erano usciti per una passeggiata con i rispettivi padroni lungo il percorso ciclopedonale di San Benigno. Al rientro a casa, però, i cuccioli si sono sentiti male. Purtroppo a nulla è valsa la corsa verso il veterinario
FAVRIA - Un serpente sbuca dal motore dell'auto: recuperato dai vigili del fuoco - FOTO e VIDEO
FAVRIA - Un serpente sbuca dal motore dell
I vigili del fuoco di Rivarolo hanno a lungo ispezionato il vano motore della Bmw e anche l'interno, prima di trovare il rettile. Una volta recuperato è stato trasportato e liberato in aperta campagna. Lieto fine...
IVREA - Ubriaco a cavallo: multato e denunciato dalla polizia
IVREA - Ubriaco a cavallo: multato e denunciato dalla polizia
E' stato fermato nel quartiere San Bernardo. Quando la polizia lo ha raggiunto, l'uomo era stato appena disarcionato dal cavallo. Positivo all'alcoltest è stato denunciato e multato
CANAVESE - Lascia il cane sotto il sole cocente: 1000 euro di multa
CANAVESE - Lascia il cane sotto il sole cocente: 1000 euro di multa
La settimana scorsa il giudice di Ivrea, Maria Claudia Colangelo, ha inflitto mille euro di multa all'ex proprietaria di un cane abbandonato su un balcone a San Maurizio Canavese
CUORGNE' - Campagna del Comune contro chi abbandona gli animali
CUORGNE
Anche quest'anno il Comune di Cuorgnè intende far sentire la propria voce e sensibilizzare i propri cittadini sul tema dell’abbandono degli animali
VOLPIANO - Un serpente nel bagno di casa: paura in un alloggio - FOTO
VOLPIANO - Un serpente nel bagno di casa: paura in un alloggio - FOTO
L'animale è stato subito recuperato dagli agenti faunistico-ambientali della Città Metropolitana, esperti in erpetofauna
PONT CANAVESE - Appello per ritrovare la piccola Kira
PONT CANAVESE - Appello per ritrovare la piccola Kira
In caso di avvistamenti è possibile chiamare il proprietario al numero 342-6183989. La cagnolina è scappata al passaggio di una mandria di mucche - UPDATE: E' stata trovata!!!
CASELLE - Ritrovata la cagnolina scappata sulla pista dell'aeroporto
CASELLE - Ritrovata la cagnolina scappata sulla pista dell
La piccola Sara, la cagnetta scomparsa sulla pista dell'aeroporto, scappata durante le operazioni di imbarco, è stata ritrovata
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore