TORINO - Ambulatorio distrutto: canile costretto a chiudere. L'Enpa: «Sono stati i Rom»

| Incredibile episodio nella notte: danni per 100 mila euro. L'Enpa punta il dito contro i Rom del vicino campo nomadi

+ Miei preferiti
TORINO - Ambulatorio distrutto: canile costretto a chiudere. LEnpa: «Sono stati i Rom»
Riceviamo e pubblichiamo tramite numerosi amici del rifugio Enpa di Torino che ci hanno segnalato quanto avvenuto la scorsa notte in via Germagnano. 
 
«Una trentina di persone, fra cui alcuni minori, ha assaltato la sede e l'ambulatorio sociale ENPA di via Germagnano 8, distruggendolI completamente e lasciando terrorizzati ed imprigionati nelle gabbie rovesciate alcuni animali ospitati nell'ambulatorio, su cui sono in corso accertamenti clinici. Si stimano danni ad impianti, apparecchiature elettroniche e medicali, mobilio, medicinali per circa 100.000 euro. Molta documentazione è andata distrutta per l'allagamento dovuto ai tubi letteralmente strappati dai muri.
 
Una devastazione annunciata da decine di intrusioni denunciate negli ultimi mesi ed oggetto di diverse interpellanze comunali che hanno solo evidenziato l'incapacità di Comune e Prefettura nel garantire un minimo di ordine pubblico e pubblica sicurezza in queste zone di Torino, dove la presenza di onesti cittadini arreca evidentemente fastidio alle attività illecite.
 
Questo vero e proprio attentato alla tutela degli animali, che è indicatore di civiltà per la società civile, è il simbolo di una città che, mentre ridimensiona e centellina servizi previsti e garantiti dalla Legge, abdica ai rom con milioni di euro spesi in permissivi mediatori culturali, disprezzata assistenza sanitaria nei campi, inefficaci cooperative di sostegno, inutile personale di vigilanza, continue ristrutturazioni di ciò che essi distruggono, con quotidiani interventi di vigili del fuoco. Le forze dell'ordine intervengono solo per verbalizzare i danni, osservando ignave la quotidiana proliferazione di nuovi insediamenti abusivi e ritornando il più presto possibile al sicuro dei propri comandi. Ad essere lasciata in balìa della impunita arroganza di questi nomadi, ormai solo di nome perchè difficilmente si staccano dai servizi gratuiti garantiti senza nessuna contropartita sociale, è l'iniziativa privata e solidaristica.
 
ENPA Torino, preso atto che le Autorità preposte non sono in grado di garantire l'ordine pubblico nè l'integrità della struttura e degli eventuali ennesimi ripristini, nè la sicurezza a dipendenti, volontari ed animali ospiti, provvederà nei prossimi giorni all'evacuazione della struttura, il cui futuro dipenderà da atti concreti e non dalle parole del buonismo politicamente corretto. Un danno enorme per ENPA, ma anche per la civiltà di una città ormai avamposto di invasioni barbariche. Chi volesse dare una mano, magari adottando uno dei nostri sfortunati animali, può contattarci su torino@enpa.org o visitare il sito www.enpatorino.com».
Galleria fotografica
TORINO - Ambulatorio distrutto: canile costretto a chiudere. LEnpa: «Sono stati i Rom» - immagine 1
TORINO - Ambulatorio distrutto: canile costretto a chiudere. LEnpa: «Sono stati i Rom» - immagine 2
TORINO - Ambulatorio distrutto: canile costretto a chiudere. LEnpa: «Sono stati i Rom» - immagine 3
TORINO - Ambulatorio distrutto: canile costretto a chiudere. LEnpa: «Sono stati i Rom» - immagine 4
TORINO - Ambulatorio distrutto: canile costretto a chiudere. LEnpa: «Sono stati i Rom» - immagine 5
QCuccioli
CIRIE' - Un corso gratuito per convivere con il cane
CIRIE
I tre appuntamenti sono gratuiti ed aperti a tutti attuali e futuri possessori di cani ed ai simpatizzanti che sono interessati a scoprire di più su questo compagno di vita dal punto di vista veterinario, educativo e legale
CUORGNE' - Idioti sparano in bocca a un gatto: salvato dai volontari di Rivarolo che, adesso, chiedono aiuto
CUORGNE
Ancora idioti (ed è un eufemismo) in azione contro gli animali. L'associazione «Le Vibrisse - onlus» di Rivarolo Canavese segnala il recupero di un gatto al quale hanno sparato a Salto
SPARONE - Cervo ucciso: i cacciatori prendono le distanze dal brutto episodio
SPARONE - Cervo ucciso: i cacciatori prendono le distanze dal brutto episodio
Secondo i veterinari dell'Asl To4, che si sono occupati della rimozione del cervo, ad uccidere l'animale è stato un colpo di fucile che ha raggiunto l'esemplare (di oltre 150 chili) vicino al cuore
SPARONE - Cervo ucciso senza motivo: abbandonato agonizzante dai bracconieri
SPARONE - Cervo ucciso senza motivo: abbandonato agonizzante dai bracconieri
Sui social la notizia dell'uccisione del cervo è stata diffusa dal sindaco di Cuorgnè, Beppe Pezzetto, che ha bollato i bracconieri come «idioti»
SICCITA' E INCENDI - Per il momento nessuno stop all'apertura della caccia in Piemonte
SICCITA
In questi giorni, l'Ispra ha segnalato «una situazione meteorologica decisamente critica» che comporta una condizione di rischio della fauna selvatica condizionando il successo riproduttivo e aumentando la mortalità
CASTELLAMONTE - Gatti spariti da San Giovanni: ricompensa per chi li ritrova
CASTELLAMONTE - Gatti spariti da San Giovanni: ricompensa per chi li ritrova
Il tigrato si chiama Pepe e la squamata Milù. La proprietaria offre 200 euro di ricompensa per chi riuscisse a trovare i suoi mici
CANAVESE - Appello per questi quattro gattini senza famiglia
CANAVESE - Appello per questi quattro gattini senza famiglia
Questi deliziosi micini nati a inizio giugno sono in attesa di famiglie affettuose che vogliano adottarli
RIVAROLO - Idiota spara ai gatti in pieno centro: indagini dei carabinieri in corso
RIVAROLO - Idiota spara ai gatti in pieno centro: indagini dei carabinieri in corso
A farne le spese il povero Theor, un gatto bianco e nero di proprietà di una residente della zona. La stessa che, dopo l'accaduto, ha presentato la denuncia ai carabinieri
CANAVESE - Cosa fare e a chi rivolgersi quando si trova un animale in difficoltà?
CANAVESE - Cosa fare e a chi rivolgersi quando si trova un animale in difficoltà?
La fauna selvatica è un bene prezioso della collettività ed è tutelata dalla legge
LOCANA - Il fiuto dell'unità cinofila fondamentale per salvare il disperso in montagna - FOTO
LOCANA - Il fiuto dell
Con molta caparbietà, affrontando una zona estremamente impervia e pericolosa, grazie alla tenacia ed all'udito fino degli operanti è stata circoscritta una zona da dove si udivano le flebili risposte del disperso
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore