VISTRORIO - La Valchiusella si mobilita per salvare i rospi mentre attraversano la strada - FOTO

| L’appuntamento è fissato per sabato 4 marzo a partire dalle 9 alla diga. Durante la compagna 2016 sono stati trasportati 1500 animaletti, per il 90% anfibi della specie Bufo Bufo, ma anche qualche rana, salamandra e tritone

+ Miei preferiti
VISTRORIO - La Valchiusella si mobilita per salvare i rospi mentre attraversano la strada - FOTO
La primavera si avvicina e anche quest’anno i volontari del Circolo chiusellaVivo poseranno la barriera di salvataggio lungo la stada provinciale che costeggia il lago di Vistrorio ed “aiuteranno” i rospi ad attraversare la strada per raggiungere il sosttostante lago e potersi riprodutrre. L’appuntamento è fissato per sabato 4 marzo a partire dalle 9:00 alla diga di Vistrorio (data da ridefinire in caso di pioggia o neve). Lo scorso anno durante le 5 settimane che è durata la migrazione degli anfibi verso i siti di riproduzione sono stati trasportati 1.500 “animaletti” tra andata e ritorno dai volontari del Chiusellavivo. La barriera di protezione posata dai volontari stessi è in assoluto una delle maggiori del Piemonte.
 
Durante la compagna 2016 sono stati trasportati per il 90% anfibi della specie Bufo Bufo, ma anche qualche rana, salamandra e tritone. Il picco della migrazione è avvenuto durate i primi 10 gg. Le condizioni affinché gli anfibi si risveglino dal letargo ed inizino a migrare verso il lago sono principalmente il rialzo della temperatura serale stabilmente sopra i 5° centigradi e la pioggia. Normalmente dopo le 24 con l’abbassamento della temperatura si fermano. Lo scorso anno la campagna è stata seguita anche dal Comprensorio Scolastico di Vistrorio ed è stato oggetto di numerosi lavori svolti con gli alunni.
 
A partire dal 2005, il Circolo Chiusellavivo, in collaborazione della Provincia di Torino, ora Città Metropolitana. organizza la campagna di salvataggio e di informazione in oggetto. Alla Campagna hanno inoltre collaborato la Regione Piemonte le Università di Firenze e Torino, il WWF. Nel 2007 ha ottenuto il prestigioso patrocinio della Società Italiana di Erpetologia. Il progetto Rospi Valchiusella ha avuto un ruolo pilota nell’avviare la campagna  di salvataggio che Legambiente organizza a livello nazionale. Come più volte dichiarato l’iniziativa si è resa necessaria dal rischio d’investimenti stradali a cui la popolazione locale di Anfibi è soggetta (questa vulnerabilità è imputata alla lentezza dei movimenti e all’irrigidimento nel momento del pericolo), l’impatto stradale potrebbe infatti portare in pochi anni all’estinzione dell’intera popolazione. Si stima che un traffico stradale di solo 5 automobili, ogni 5 minuti, possa causare l’uccisione di circa il 30% della popolazione, causandone l’estinzione in pochi anni.
 
Allo scopo di sensibilizzare la popolazione della Valchiusella nei confronti dei problema rospi, dell’ambiente e della sicurezza stradale, a partire dal 2005 sono stati organizzati numerosi incontri presso la sede del Circolo Chiusellavivo e presso il salone pluriuso del Comune di Vistrorio. Incontri con le scuole sono stati organizzati presso scuole elementari (come quella di Vistrorio) e superiori (Liceo Scientifico di Ivrea). In questi anni le barriere e l’attività dei volontari sono stati così di enorme importanza per la salvaguardia della specie Bufo bufo (rospo comune) e non solo. Il censimento accurato che si è fatto ha messo in evidenza una ricca popolazione di anfibi, composta non solo dai rospi ma anche da rane verdi, rane rosse e salamandre. Chi fosse interessato a partecipare può contattare il circolo scrivendo all’indirizzo mail: circolochiusellavivo@libero.it
Galleria fotografica
VISTRORIO - La Valchiusella si mobilita per salvare i rospi mentre attraversano la strada - FOTO - immagine 1
VISTRORIO - La Valchiusella si mobilita per salvare i rospi mentre attraversano la strada - FOTO - immagine 2
VISTRORIO - La Valchiusella si mobilita per salvare i rospi mentre attraversano la strada - FOTO - immagine 3
VISTRORIO - La Valchiusella si mobilita per salvare i rospi mentre attraversano la strada - FOTO - immagine 4
Dove è successo
QCuccioli
CASELLE - Ritrovata la cagnolina scappata sulla pista dell'aeroporto
CASELLE - Ritrovata la cagnolina scappata sulla pista dell
La piccola Sara, la cagnetta scomparsa sulla pista dell'aeroporto, scappata durante le operazioni di imbarco, è stata ritrovata
CASELLE - Cagnolina fugge sulla pista dell'aeroporto e scompare
CASELLE - Cagnolina fugge sulla pista dell
La piccola Sara doveva partire per Bacau ma è scappata dalla gabbia affidata al personale dell'aeroporto di Caselle...
CANAVESE - Torna «Dona la spesa» per aiutare gli animali sfortunati
CANAVESE - Torna «Dona la spesa» per aiutare gli animali sfortunati
In Canavese saranno attivati tre punti di raccolta in altrettanti supermercati della Coop a Caluso, Cuorgnè e Strambino
VEROLENGO - Marmotta incastrata nel vano motore di un camper
VEROLENGO - Marmotta incastrata nel vano motore di un camper
L'animale è stato salvato dagli agenti faunistico-ambientali del Servizio Tutela Fauna e Flora della Città Metropolitana
TAVAGNASCO - I carabinieri salvano un cucciolo di capriolo - FOTO
TAVAGNASCO - I carabinieri salvano un cucciolo di capriolo - FOTO
Il piccolo solo ed impaurito era in grave pericolo perché abbandonato al centro della carreggiata, da dove non riusciva a spostarsi perché non era ancora in grado di camminare
LEINI - Appello per ritrovare il cane Mia smarrito in frazione Tedeschi
LEINI - Appello per ritrovare il cane Mia smarrito in frazione Tedeschi
Riceviamo e pubblichiamo questo appello per le ricerche del cane Mia, scomparso dalla frazione Tedeschi di Leini
CUORGNE' - Appello per ritrovare il gatto Lapo
CUORGNE
Riceviamo e pubblichiamo l'appello che arriva da Cuorgnè relativo alla scomparsa di Lapo, un gatto di otto anni che è sparito ormai da oltre quindici giorni dalla zona centrale di piazza Pinelli
BORGARO - Tre gatti avvelenati da qualche idiota: è allarme
BORGARO - Tre gatti avvelenati da qualche idiota: è allarme
A farne le spese una piccola colonia felina composta da cinque gatti che era stata adottata da una borgarese. L'appello sui social
RIVAROLO CANAVESE - Otto gattini appena nati abbandonati dentro un bidone dell'immondizia
RIVAROLO CANAVESE - Otto gattini appena nati abbandonati dentro un bidone dell
E' di nuovo allarme maltrattamenti sugli animali a Rivarolo Canavese dove oggi pomeriggio le volontarie de «I gatti delle Vibrisse onlus» hanno salvato da morte certa otto gattini appena nati che qualche idiota ha gettato in un cassonetto..
RIVARA - Veleno nelle ciotole per ammazzare i gatti: i volontari denunciano il caso ai carabinieri
RIVARA - Veleno nelle ciotole per ammazzare i gatti: i volontari denunciano il caso ai carabinieri
Qualche settimana fa la stessa associazione aveva segnalato minacce ai volontari e atti vandalici da parte di ignoti, indispettiti dalla presenza dei gatti. E dire che erano stati proprio i residenti a chiamare i volontari di Rivarolo...
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore