ALPINISMO - IMPRESA DEL CANAVESANO MASSIMO LUCCO SULLA VETTA DEL CERRO TORRE

| Il 38enne, agente della polizia municipale di Pont Canavese, scala una delle montagne più inaccessibili del mondo

+ Miei preferiti
ALPINISMO - IMPRESA DEL CANAVESANO MASSIMO LUCCO SULLA VETTA DEL CERRO TORRE
Il pontese Massimo Lucco, 38 anni, ha completato, insieme a due compagni di cordata, un’impresa sportiva unica: la scalata del Cerro Torre in Patagonia. Sei giorni di viaggio (di cui quattro di salita) per coronare un sogno. Dopo aver salito sulle Alpi, a Settembre, la Nord del gran Pilier d’Angle e la Nord delle grand Jorasses, il canavesano ha deciso di farsi “un regalo” di Natale, tentando l’impresa in Patagonia. Con lui gli alpinisti Marcello Cominetti e Francesco Salvaterra.

Il Cerro Torre (3128 metri di quota) è una delle più spettacolari cime del Campo de Hielo Sur, situato in una regione della Patagonia Argentina, a ovest del Cerro Chaltén (o Fitz Roy). Si trova presso la citta argentina del Chalten. La vetta è considerata fra le più inaccessibili del mondo perché, qualunque via si scelga, bisogna affrontare almeno 900 metri di parete granitica, per arrivare ad una cima perennemente ricoperta da un "fungo" di ghiaccio.

«Siamo saliti con i nostri zaini da 25 chili verso la montagna dei nostri sogni - racconta Lucco - il panorama, lassù e durante il percorso di salita, è da togliere il fiato. Difficile da descrivere con le parole». Pareti di ghiaccio, sentieri pericolosi, tunnel naturali da attraversare con gli zaini legati per non toccare le pareti. Una vera e propria impresa, insomma. «La parete di ghiaccio diventa sempre più ripida man mano che guadagni altezza – spiega il pontese – a un certo punto tutto diventa di un bianco accecante, siamo circondati da enormi cavolfiori. E’ un gioco di forme tra le quali dobbiamo cercare di passare tra una piega e l’altra della montagna».

«Non credevo di essere arrivato lì, davanti a un muro di ghiaccio dove i migliori alpinisti al mondo erano saliti. L’adrenalina era a mille. La paura oltre!». Domenica 14 dicembre i tre raggiungono la cima di Cerro Torre. «Non ci potevo credere. E’ sempre stata la montagna dei miei sogni. Quando sono stato lassù la mente è andata alle persone che negli anni mi hanno sempre sostenuto e spronato. Mi sono seduto e ho pensato che non era possibile! Sono riuscito a salire su una montagna “mito” come il Torre. Il sogno si è avverato». Un’impresa compiuta finora da un ridotto numero di alpinisti italiani: appena 24.

Qui sotto, nel video realizzato da Claudio Deiro per Vallesoana.it, le emozioni dell'impresa nel racconto di Massimo Lucco.

Video
Galleria fotografica
ALPINISMO - IMPRESA DEL CANAVESANO MASSIMO LUCCO SULLA VETTA DEL CERRO TORRE - immagine 1
ALPINISMO - IMPRESA DEL CANAVESANO MASSIMO LUCCO SULLA VETTA DEL CERRO TORRE - immagine 2
ALPINISMO - IMPRESA DEL CANAVESANO MASSIMO LUCCO SULLA VETTA DEL CERRO TORRE - immagine 3
QC Sport
CALCIO - Nessun insulto razzista durante la partita degli Allievi a Castellamonte
CALCIO - Nessun insulto razzista durante la partita degli Allievi a Castellamonte
l Giudice Sportivo del comitato Figc di Aosta, Ezio Garrone, assistito dal rappresentante dell’Aia, Ugo Navillod, non ha preso provvedimenti in ordine al presunto caso di razzismo in campo
GRAN PIEMONTE - Il grande ciclismo italiano torna protagonista in Canavese - FOTO
GRAN PIEMONTE - Il grande ciclismo italiano torna protagonista in Canavese - FOTO
Presentato oggi a Torino il GranPiemonte 2017, organizzato da RCS Sport-La Gazzetta dello Sport in collaborazione con la Regione Piemonte, la Federazione Ciclistica Italiana e la Camera di Commercio di Torino
RALLY - Conto alla rovescia per il decimo Memorial Conrero
RALLY - Conto alla rovescia per il decimo Memorial Conrero
Il rally storico avrà il suo epicentro ancora una volta a Ivrea e vivrà la parte agonistica venerdì 5 e sabato 6 maggio
CASTELLAMONTE - Insulti razzisti sul campo di calcio: ragazzino di 16 anni lascia la partita in lacrime
CASTELLAMONTE - Insulti razzisti sul campo di calcio: ragazzino di 16 anni lascia la partita in lacrime
Sabato scorso un giovane di colore sarebbe stato insultato a Castellamonte, nel corso del match del campionato allievi fascia B. Il ragazzo dopo aver ricevuto degli insulti a sfondo razzista è uscito dal campo piangendo
KARATE – Ad Anagni si fanno onore gli agonisti della Rem Bu Kan Rivarolo Canavese
KARATE – Ad Anagni si fanno onore gli agonisti della Rem Bu Kan Rivarolo Canavese
Un'altra grande soddisfazione per il Karate ski Piemontese, che si concentrerà ora sul prossimo impegno in calendario
IVREA - Il Circolo Scherma Giuseppe Delfino festeggia la doppia promozione
IVREA - Il Circolo Scherma Giuseppe Delfino festeggia la doppia promozione
Per Ivrea è una conferma ad alti livelli in una disciplina, quella della Scherma, che da anni vede il Circolo Delfino fare bene
CALCIO - La Mappanese dice "No al razzismo e alla violenza" - VIDEO
CALCIO - La Mappanese dice "No al razzismo e alla violenza" - VIDEO
Gli striscioni sono stati autorizzati dal presidente della federazione calcio piemontese, Christian Mossino, che ha lodato l'iniziativa
CANOA - La nazionale italiana presentata al castello di Parella - FOTO
CANOA - La nazionale italiana presentata al castello di Parella - FOTO
«La Regione Piemonte ha lavorato con la Federazione per ottenere il centro federale e ci siamo riusciti», ha detto l’assessore regionale allo Sport, Giovanni Maria Ferraris
IVREA - Il Canavese si conferma capitale della canoa - FOTO
IVREA - Il Canavese si conferma capitale della canoa - FOTO
La canoa slalom italiana riparte proprio da Ivrea e dalle tumultuose e impegnative acque della Dora Baltea
CALCIO - Villaretto-Mappanese: nessun insulto razzista in campo
CALCIO - Villaretto-Mappanese: nessun insulto razzista in campo
Il giudice sportivo, letto il referto dell'arbitro, conferma che all'interno del campo non si sono verificati episodi di razzismo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore