CUORGNE' - Lamin, una promessa del calcio che ha rischiato di morire per vivere da uomo libero

| Il calcio come integrazione: il ragazzo, sbarcato in Sicilia, oggi si allena con il Vallorco e sogna di giocare a pallone

+ Miei preferiti
CUORGNE - Lamin, una promessa del calcio che ha rischiato di morire per vivere da uomo libero
Anche il calcio (e lo sport in generale) possono aiutare a superare barriere considerate invalicabili. E' una storia d'integrazione quella di Lamin, un ragazzo di appena vent'anni che è tra i tanti profughi che, per un motivo o per l'altro, sono arrivati in Canavese, sfidando la sorte con una bagnarola nelle fredde acque del Mediterraneo, con la speranza di riuscire a raggiungere la costa e, una volta sbarcati, una vita migliore. 
 
Lamin Fatajo, questo il suo nome, da qualche settimana si allena con i ragazzi della prima squadra del Vallorco, la storica società di Cuorgnè che ha da poco superato il primo secolo di vita. Lamin è un ragazzo scappato dal Gambia e approdato sulle coste italiane a marzo, dopo uno dei tanti viaggi della speranza. Era stato in galera, nel suo paese, a causa di un'attività politica che il regime aveva considerato pericolosa. Riuscito a fuggire, ha camminato fino alle coste dell'Africa e da lì, si è imbarcato rischiando la vita. Oggi sta provando a ripartire. La sua storia è rimbalzata sui social network nei giorni scorsi. 
 
«Ho sempre pubblicato le foto dei miei giocatori preferiti – scrive su internet l’allenatore della squadra, Efisio Cocco – oggi, con orgoglio, pubblico questa immagine: lui non è famoso, è semplicemente Lamin. Non so quanti chilometri ha fatto attraversando l’Africa per fuggire dalla guerra. Adesso si allena con noi, si allena per cercare di vivere da uomo libero». La foto ha fatto il giro del web, con migliaia di condivisioni e commenti (compreso quello del sindaco Pezzetto, che plaude allo sport come integrazione). 
 
Lamin, da due mesi, è ospite della casa parrocchiale di Borgiallo, gestita dalla cooperativa Gt. Sono stati proprio gli operatori ad accorgersi del suo talento e a proporlo al Vallorco. Il ragazzo parla solo inglese e ha sognato per due anni di poter tornare su un campo di pallone, dopo il carcere e il viaggio della speranza. A settembre, appena arriveranno i documenti, potrebbe esordire in campionato, con addosso la gloriosa maglia del Vallorco Calcio.
QC Sport
CALCIO - Nessun insulto razzista durante la partita degli Allievi a Castellamonte
CALCIO - Nessun insulto razzista durante la partita degli Allievi a Castellamonte
l Giudice Sportivo del comitato Figc di Aosta, Ezio Garrone, assistito dal rappresentante dell’Aia, Ugo Navillod, non ha preso provvedimenti in ordine al presunto caso di razzismo in campo
GRAN PIEMONTE - Il grande ciclismo italiano torna protagonista in Canavese - FOTO
GRAN PIEMONTE - Il grande ciclismo italiano torna protagonista in Canavese - FOTO
Presentato oggi a Torino il GranPiemonte 2017, organizzato da RCS Sport-La Gazzetta dello Sport in collaborazione con la Regione Piemonte, la Federazione Ciclistica Italiana e la Camera di Commercio di Torino
RALLY - Conto alla rovescia per il decimo Memorial Conrero
RALLY - Conto alla rovescia per il decimo Memorial Conrero
Il rally storico avrà il suo epicentro ancora una volta a Ivrea e vivrà la parte agonistica venerdì 5 e sabato 6 maggio
CASTELLAMONTE - Insulti razzisti sul campo di calcio: ragazzino di 16 anni lascia la partita in lacrime
CASTELLAMONTE - Insulti razzisti sul campo di calcio: ragazzino di 16 anni lascia la partita in lacrime
Sabato scorso un giovane di colore sarebbe stato insultato a Castellamonte, nel corso del match del campionato allievi fascia B. Il ragazzo dopo aver ricevuto degli insulti a sfondo razzista è uscito dal campo piangendo
KARATE – Ad Anagni si fanno onore gli agonisti della Rem Bu Kan Rivarolo Canavese
KARATE – Ad Anagni si fanno onore gli agonisti della Rem Bu Kan Rivarolo Canavese
Un'altra grande soddisfazione per il Karate ski Piemontese, che si concentrerà ora sul prossimo impegno in calendario
IVREA - Il Circolo Scherma Giuseppe Delfino festeggia la doppia promozione
IVREA - Il Circolo Scherma Giuseppe Delfino festeggia la doppia promozione
Per Ivrea è una conferma ad alti livelli in una disciplina, quella della Scherma, che da anni vede il Circolo Delfino fare bene
CALCIO - La Mappanese dice "No al razzismo e alla violenza" - VIDEO
CALCIO - La Mappanese dice "No al razzismo e alla violenza" - VIDEO
Gli striscioni sono stati autorizzati dal presidente della federazione calcio piemontese, Christian Mossino, che ha lodato l'iniziativa
CANOA - La nazionale italiana presentata al castello di Parella - FOTO
CANOA - La nazionale italiana presentata al castello di Parella - FOTO
«La Regione Piemonte ha lavorato con la Federazione per ottenere il centro federale e ci siamo riusciti», ha detto l’assessore regionale allo Sport, Giovanni Maria Ferraris
IVREA - Il Canavese si conferma capitale della canoa - FOTO
IVREA - Il Canavese si conferma capitale della canoa - FOTO
La canoa slalom italiana riparte proprio da Ivrea e dalle tumultuose e impegnative acque della Dora Baltea
CALCIO - Villaretto-Mappanese: nessun insulto razzista in campo
CALCIO - Villaretto-Mappanese: nessun insulto razzista in campo
Il giudice sportivo, letto il referto dell'arbitro, conferma che all'interno del campo non si sono verificati episodi di razzismo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore