MONDIALE 2014 - Italia imbarazzante: Costa Rica vince con merito e passa il turno

| Gli azzurri si complicano la vita e rimandano la qualificazione a martedě contro l'Uruguay. Banda Prandelli inguardabile

+ Miei preferiti
MONDIALE 2014 - Italia imbarazzante: Costa Rica vince con merito e passa il turno
“Squadra che vince non si cambia”. Prandelli non si affida al secolare rito scaramantico e rimedia una sconfitta pazzesca contro Costa Rica. Squadra che corre e con qualche piede buono a sorpresa, ma non certo eccezionale. L’Italia ci mette del suo per regalare tre punti, primato del girone e qualificazione. Mai vista un’Italia così imbarazzante, degna della seconda Italia di Lippi. Quella che, non a caso, quattro anni fa venne spedita meritatamente a casa dopo tre partite tremende. La sconfitta con il Costa Rica, per ora, rispedisce al mittente solo l’Inghilterra ma servirà qualcosa di ben diverso, martedì, per avere ragione dell’Uruguay e passare il turno.
 
Prandelli, dicevamo, cambia qualche pedina nella formazione che ha superato con merito gli inglesi. Schierando un paio di “pippe” da oscar. A partire dall’imbarazzante Thiago Motta, non a caso sostituito per disperazione a fine primo tempo. Non da meno Abate, nel primo tempo, e, nella ripresa, Insigne e Cassano. Buio più assoluto. Nella ripresa nemmeno un tiro in porta, nonostante lo svantaggio. Anziché una squadra con il sangue negli occhi è rientrata dagli spogliatoi una formazione ancora più anemica. 
 
Che girasse un po’ tutto male si era capito già nel primo quarto d’ora. Tra le incertezze di Buffon e le papere di Chiellini (che regalerà anche un calcio di rigore al Costa Rica, fortunatamente non visto dal direttore di gara). Il risveglio di Balotelli (due fiammate in un minuto) è stato solo un’illusione. All’ultimo affondo del primo tempo, sull’ennesima dormita difensiva di Chiellini, il Costa Rica passa. E lo fa col merito di chi, giustamente, si è presentato sul campo senza nulla da perdere. Con l’unica consapevolezza che solo fisicamente avrebbero potuto surclassare gli azzurri.
 
Detto fatto. L’Italia s’inserisce nel solco delle formazioni europee che patiscono il caldo. Dopo la Spagna e l’Inghilterra tocca alla banda Prandelli. Nella ripresa nessuna idea per pareggiare il match. Solo lanci lunghi alla “viva il parroco” e giocate individuali puntualmente inutili. Dal momento che non sarà possibile dotare tutti i calciatori di un Pinguino De Longhi da portare in campo, prepariamoci a soffrire pesantemente anche l’Uruguay. Con tante incognite in più. Degli undici scesi in campo contro il Costa Rica non si salva nessuno. Martedì ci basterà un pareggio per passare. Sicuramente giocheremo per quello. Di più, al momento, non è lecito attendersi.
 
TABELLINO E PAGELLE
 
Italia (4-1-4-1): Buffon 5, Abate 5, Barzagli 6, Chiellini 4.5, Darmian 6, De Rossi 6, Candreva 5 (11' st Insigne 5), Pirlo 6, Thiago Motta 5 (1' st Cassano 5), Marchisio 5.5 (23' st Cerci 5.5), Balotelli 5. (12 Sirigu, 13 Perin, 20 Paletta, 19 Bonucci, 2 De Sciglio, 14 Aquilani, 23 Verratti, 18 Parolo, 11 Cerci, 17 Immobile). All. Prandelli.
Costarica (5-4-1): Navas 6, Gamboa 7, Duarte 6.5, Gonzalez 7, Umana 6.5, Diaz 7, Tejeda 6.5 (22' st Cubero 6), Borges 6.5, Ruiz 7 (35' st Brenes 6), Bolanos 6.5, Campbell 6 (29' st Urena 5.5). (2 Zamora, 18 Pemberton, 23 Cambronero, 12 Francis, 8 Mora, 19 Miller, 5 Borges, 11 Barrantes, 13 Granados, 20 Calvo). All. Pinto. 
Arbitro: Osses (Chi) 6
Rete:  45' Ruiz
QC Sport
TRAGEDIA - Il mondo del rally in lutto per la morte del grande Beppe Volta sull'autostrada Torino-Milano
TRAGEDIA - Il mondo del rally in lutto per la morte del grande Beppe Volta sull
Oggi a Chivasso, sull'autostrada A4 Torino-Milano, il 71enne investito e ucciso nei pressi dell'uscita di Chivasso Centro era Beppe Volta, un pezzo di storia del rally italiano, una vera e propria icona
MOTORI - Weekend sfortunato per Lorenzo Veglia al Mugello
MOTORI - Weekend sfortunato per Lorenzo Veglia al Mugello
Si č chiusa con un resoconto al di sotto delle aspettative, la parentesi di Campionato Italiano GT del pilota leinicese
PALLAVOLO - Valentina Re dal Canavese alla Serie A
PALLAVOLO - Valentina Re dal Canavese alla Serie A
Valentina Re difenderŕ i colori della compagine targata Acqua San Bernardo in Serie A2 nel prossimo campionato
TAVAGNASCO - Domenica si corre in montagna la «Santa Maria Maddalena ai piani»
TAVAGNASCO - Domenica si corre in montagna la «Santa Maria Maddalena ai piani»
Edizione numero 66 della corsa Tavagnasco-S.M. Maddalena ai piani – Km verticale - inserita nel progetto «Sport e Resistenza»
CICLISMO - Gran finale per la «Sei giorni di Torino»: due titoli per il canavesano Topatigh
CICLISMO - Gran finale per la «Sei giorni di Torino»: due titoli per il canavesano Topatigh
Sul tracciato sono perň emersi i campioni locali, con il canavesano Fabrizio Topatigh che sabato si č aggiudicato un doppio titolo italiano nei nazionali di paraciclismo
CERESOLE REALE - Con la Ultra Sky Marathon, Ceresole sul tetto del mondo
CERESOLE REALE - Con la Ultra Sky Marathon, Ceresole sul tetto del mondo
In una cornice spettacolare atleti e accompagnatori si sono trovati a festeggiare l'ingresso di Ceresole tra le grandi localitŕ che ospitano le gare mondiali di corsa in montagna
CERESOLE REALE - Tutto il Canavese brinda al successo della Royal
CERESOLE REALE - Tutto il Canavese brinda al successo della Royal
Un grande successo anche in termini di pubblico che stimola a puntare su questi eventi per la valorizzazione del territorio
CALCIO - L'unione fa la forza: nasce l'Aglič Valle Sacra
CALCIO - L
Presentazione ufficiale, la scorsa settimana, a palazzo civico dove, a fare gli onori di casa, c'era il sindaco Marco Succio
CERESOLE REALE - Vittorie tutte italiane alla Roc Sky Race - 90 FOTO DELLA GARA
CERESOLE REALE - Vittorie tutte italiane alla Roc Sky Race - 90 FOTO DELLA GARA
La Roc Sky Race č la versione corta della Royal (coincidono della prima parte) ed č dedicata alla vetta piů alta del versante S del Parco Nazionale del Gran Paradiso, il Roc (4026 metri)
CERESOLE REALE - La vittoria della Royal Marathon va in Nepal: strepitosa gara e successo di pubblico - FOTO e VIDEO
CERESOLE REALE - La vittoria della Royal Marathon va in Nepal: strepitosa gara e successo di pubblico - FOTO e VIDEO
Tra due ali di folla ha vinto con un tempo eccezionale, dopo oltre 52 chilometri di gara, Bhim Bahadur Gurung, proveniente dal Nepal. Ha preceduto sul traguardo lo svedese Andrč Jonsson con il quale ha duellato fino agli ultimi chilometri
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore