MONDIALE 2014 - Nessuna sorpresa: anche Olanda e Argentina in semifinale

| I tulipani piegano solo ai rigori un'indomita Costa Rica

+ Miei preferiti
MONDIALE 2014 - Nessuna sorpresa: anche Olanda e Argentina in semifinale
Le semifinali del Mondiale saranno Germania-Brasile e Olanda-Argentina. Entrambe le sfide sono già state, in passato, una finale di Coppa del Mondo.  Rispettivamente Giappone e Corea 2002 (2-0 per la Selecao di Ronaldo) e Argentina 1978 (3-1 per l’albiceleste di Mario Kempes). Corsi e ricorsi storici che la dicono lunga sui quarti di nobiltà delle pretendenti al titolo. Complessivamente in campo ci saranno dieci allori mondiali. Troppa grazia.
 
Tuttavia, piuttosto che sulla sassata vincente scagliata da Gonzalo Higuain o sulla spocchia baldanzosa del portiere oranje part-time Krul, specializzato in parate dagli undici metri, preferiamo virare su qualcosa di tanto bello quanto misterioso nel rutilante mondo del calcio. L’elogio di una sconfitta e di chi sa accettarla dopo essersi opposto con tutte le forze. Una situazione sconosciuta all’Italia pallonara (e non solo). Serate come quella di Salvador de Bahia e uscite di scena a testa alta come quella del Costarica sono un’epifania e una lezione con la lettera “L” maiuscola per il nostro decadente “calcetto” italicus, naufragato come la Costa Concordia sull’urticante spiaggia dell’aforisma partorito dalla fervida (?) immaginazione di Giampiero Boniperti, secondo cui “vincere non è importante, è l’unica cosa che conta”.
 
La strenue resistenza ai tulipani della truppa di Jorge Luis Pinto, indomita fino oltre ogni immaginabile zona Cesarini, è stata talmente ammagliante da spingere anche la dea bendata a riconoscerne la grandezza, con gli effetti speciali di tre legni/bastoni messi tra le ruote degli olandesi volanti. Il Costarica, a differenza dei sapientoni azzurri, ha fatto tanto con poco: un portiere, Keilor Navas in stato di grazia, una buona organizzazione difensiva, un discreto dieci come Bryan Ruiz e molta palla lunga e pedalare. L’eliminazione dei ticos è da oscar pure per la grande bellezza della forza della disperazione messa da Urena nel bussare senza fortuna alla porta avversaria al 120esimo. L’ultima orgogliosa ribellione di Acosta e compagni alla fine del sogno. Il resto, ad un dischetto da una storica semifinale, è la visione del “loco” Louis Van Gaal: fuori all’ultimo secondo di partita Cillessen, dentro Krul e sipario. 
QC Sport
TRAGEDIA - Il mondo del rally in lutto per la morte del grande Beppe Volta sull'autostrada Torino-Milano
TRAGEDIA - Il mondo del rally in lutto per la morte del grande Beppe Volta sull
Oggi a Chivasso, sull'autostrada A4 Torino-Milano, il 71enne investito e ucciso nei pressi dell'uscita di Chivasso Centro era Beppe Volta, un pezzo di storia del rally italiano, una vera e propria icona
MOTORI - Weekend sfortunato per Lorenzo Veglia al Mugello
MOTORI - Weekend sfortunato per Lorenzo Veglia al Mugello
Si č chiusa con un resoconto al di sotto delle aspettative, la parentesi di Campionato Italiano GT del pilota leinicese
PALLAVOLO - Valentina Re dal Canavese alla Serie A
PALLAVOLO - Valentina Re dal Canavese alla Serie A
Valentina Re difenderą i colori della compagine targata Acqua San Bernardo in Serie A2 nel prossimo campionato
TAVAGNASCO - Domenica si corre in montagna la «Santa Maria Maddalena ai piani»
TAVAGNASCO - Domenica si corre in montagna la «Santa Maria Maddalena ai piani»
Edizione numero 66 della corsa Tavagnasco-S.M. Maddalena ai piani – Km verticale - inserita nel progetto «Sport e Resistenza»
CICLISMO - Gran finale per la «Sei giorni di Torino»: due titoli per il canavesano Topatigh
CICLISMO - Gran finale per la «Sei giorni di Torino»: due titoli per il canavesano Topatigh
Sul tracciato sono perņ emersi i campioni locali, con il canavesano Fabrizio Topatigh che sabato si č aggiudicato un doppio titolo italiano nei nazionali di paraciclismo
CERESOLE REALE - Con la Ultra Sky Marathon, Ceresole sul tetto del mondo
CERESOLE REALE - Con la Ultra Sky Marathon, Ceresole sul tetto del mondo
In una cornice spettacolare atleti e accompagnatori si sono trovati a festeggiare l'ingresso di Ceresole tra le grandi localitą che ospitano le gare mondiali di corsa in montagna
CERESOLE REALE - Tutto il Canavese brinda al successo della Royal
CERESOLE REALE - Tutto il Canavese brinda al successo della Royal
Un grande successo anche in termini di pubblico che stimola a puntare su questi eventi per la valorizzazione del territorio
CALCIO - L'unione fa la forza: nasce l'Aglič Valle Sacra
CALCIO - L
Presentazione ufficiale, la scorsa settimana, a palazzo civico dove, a fare gli onori di casa, c'era il sindaco Marco Succio
CERESOLE REALE - Vittorie tutte italiane alla Roc Sky Race - 90 FOTO DELLA GARA
CERESOLE REALE - Vittorie tutte italiane alla Roc Sky Race - 90 FOTO DELLA GARA
La Roc Sky Race č la versione corta della Royal (coincidono della prima parte) ed č dedicata alla vetta pił alta del versante S del Parco Nazionale del Gran Paradiso, il Roc (4026 metri)
CERESOLE REALE - La vittoria della Royal Marathon va in Nepal: strepitosa gara e successo di pubblico - FOTO e VIDEO
CERESOLE REALE - La vittoria della Royal Marathon va in Nepal: strepitosa gara e successo di pubblico - FOTO e VIDEO
Tra due ali di folla ha vinto con un tempo eccezionale, dopo oltre 52 chilometri di gara, Bhim Bahadur Gurung, proveniente dal Nepal. Ha preceduto sul traguardo lo svedese Andrč Jonsson con il quale ha duellato fino agli ultimi chilometri
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore