MONDIALE 2014 - Senza brillare il Brasile fa sua la prima

| 3-1 alla Croazia con enorme regalo dell'arbitro. I verdeoro giocano in casa: sono i favoriti anche senza strafare. Festa paulista: caotica e un po’ cafona, come la cerimonia inaugurale

+ Miei preferiti
MONDIALE 2014 - Senza brillare il Brasile fa sua la prima
Il Brasile apre le danze con una vittoria al Mondiale 2014. C’erano in ballo più “bolliti” di quelli attesi e più che football bailado è stata una lenta mazurca con tanto di caduta iniziale, rappresentata dal goffo harakiri di Marcelo, autore al 9’ della prima (auto)rete della manifestazione. Alla fine il fatturato dice tre a uno per i ragazzi di Felipe Scolari, che incamerano i primi tre punti del torneo. 
 
Un risultato bugiardo, perché non rende onore a quanto di buono mostrato sul rettangolo di gioco da una Croazia corta e ordinata, scesa in campo con un 4-4-1-1 a “testuggine”, capace di far vedere i sorci verde(oro) ai quotati padroni di casa. Il terribile fantasma del “Maracanazo” ha aleggiato sulle teste della torcida brasiliana per mezz’ora abbondante. Poi si è svegliato il figliol prodigo Neymar ed è iniziata la festa paulista: caotica e un po’ cafona, come la cerimonia inaugurale, non salvata in corner neanche dalle spregiudicate mise sfoggiate da Jennifer Lopez e e Claudinha. 
 
Dani Alves non era lui, Julio Cesar ci ha messo qualche pezza, David Luiz ha fatto meglio di Thiago Silva come spazzino dell’area di rigore e Hulk non è mai diventato verde. Alla fine i migliori in campo per i sudamericani sono stati l’arbitro giapponese Nishimura, che ha giudicato da rigore la palpatina metrosexual di Lovren su Fred, e il portiere croato Pletikosa, ribattezzato “er moviola” per la rapidità pachidermica avuta nel distendersi sulle tutt’altro che irresistibili sciabolate di Neymar e Oscar. Per paradossale che possa sembrare, questo esordio stentato di Hernanes e soci non cambia di una virgola il lotto dei favoriti alla vittoria finale. Non è il Brasile migliore di sempre, lo sapevamo già, ma gioca in casa e non lo si può non mettere in pole position.
 
TABELLINO E PAGELLE
 
Brasile (4-2-3-1): Julio Cesar 6.5; Dani Alves 5.5, Thiago Silva 6, David Luiz 6.5, Marcelo 5.5; Paulinho 5.5 (63' Hernanes 6), Luiz Gustavo 6; Hulk 5 (69' Bernard sv), Oscar 7, Neymar 7 (88' Ramires sv); Fred 6. Allenatore: Scolari 6.5.
Croazia (4-4-1-1): Pletikosa 4.5; Srna 5.5, Corluka 6, Lovren 5.5, Vrsaijko 6.5; Kovacic  5.5 (61' Brozovic 6), Modric 6.5, Rakitic 6.5, Perisic 6.5, Olic 6.5; Jelavic 5.5 (78' Rebic 6). Allenatore: Kovac 6.5.
Arbitro:Yuichi Nishimura 5.
Marcatori: 11' Marcelo (Aut.), 29', 71' Neymar Jr, 90' (+1) Oscar (B).
QC Sport
TRAGEDIA - Il mondo del rally in lutto per la morte del grande Beppe Volta sull'autostrada Torino-Milano
TRAGEDIA - Il mondo del rally in lutto per la morte del grande Beppe Volta sull
Oggi a Chivasso, sull'autostrada A4 Torino-Milano, il 71enne investito e ucciso nei pressi dell'uscita di Chivasso Centro era Beppe Volta, un pezzo di storia del rally italiano, una vera e propria icona
MOTORI - Weekend sfortunato per Lorenzo Veglia al Mugello
MOTORI - Weekend sfortunato per Lorenzo Veglia al Mugello
Si è chiusa con un resoconto al di sotto delle aspettative, la parentesi di Campionato Italiano GT del pilota leinicese
PALLAVOLO - Valentina Re dal Canavese alla Serie A
PALLAVOLO - Valentina Re dal Canavese alla Serie A
Valentina Re difenderà i colori della compagine targata Acqua San Bernardo in Serie A2 nel prossimo campionato
TAVAGNASCO - Domenica si corre in montagna la «Santa Maria Maddalena ai piani»
TAVAGNASCO - Domenica si corre in montagna la «Santa Maria Maddalena ai piani»
Edizione numero 66 della corsa Tavagnasco-S.M. Maddalena ai piani – Km verticale - inserita nel progetto «Sport e Resistenza»
CICLISMO - Gran finale per la «Sei giorni di Torino»: due titoli per il canavesano Topatigh
CICLISMO - Gran finale per la «Sei giorni di Torino»: due titoli per il canavesano Topatigh
Sul tracciato sono però emersi i campioni locali, con il canavesano Fabrizio Topatigh che sabato si è aggiudicato un doppio titolo italiano nei nazionali di paraciclismo
CERESOLE REALE - Con la Ultra Sky Marathon, Ceresole sul tetto del mondo
CERESOLE REALE - Con la Ultra Sky Marathon, Ceresole sul tetto del mondo
In una cornice spettacolare atleti e accompagnatori si sono trovati a festeggiare l'ingresso di Ceresole tra le grandi località che ospitano le gare mondiali di corsa in montagna
CERESOLE REALE - Tutto il Canavese brinda al successo della Royal
CERESOLE REALE - Tutto il Canavese brinda al successo della Royal
Un grande successo anche in termini di pubblico che stimola a puntare su questi eventi per la valorizzazione del territorio
CALCIO - L'unione fa la forza: nasce l'Agliè Valle Sacra
CALCIO - L
Presentazione ufficiale, la scorsa settimana, a palazzo civico dove, a fare gli onori di casa, c'era il sindaco Marco Succio
CERESOLE REALE - Vittorie tutte italiane alla Roc Sky Race - 90 FOTO DELLA GARA
CERESOLE REALE - Vittorie tutte italiane alla Roc Sky Race - 90 FOTO DELLA GARA
La Roc Sky Race è la versione corta della Royal (coincidono della prima parte) ed è dedicata alla vetta più alta del versante S del Parco Nazionale del Gran Paradiso, il Roc (4026 metri)
CERESOLE REALE - La vittoria della Royal Marathon va in Nepal: strepitosa gara e successo di pubblico - FOTO e VIDEO
CERESOLE REALE - La vittoria della Royal Marathon va in Nepal: strepitosa gara e successo di pubblico - FOTO e VIDEO
Tra due ali di folla ha vinto con un tempo eccezionale, dopo oltre 52 chilometri di gara, Bhim Bahadur Gurung, proveniente dal Nepal. Ha preceduto sul traguardo lo svedese Andrè Jonsson con il quale ha duellato fino agli ultimi chilometri
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore