MOTORI - Troppo rumore: il tribunale chiude Lombardore

| Prove sospese all'autodromo: i decibel disturbano i residenti

+ Miei preferiti
MOTORI - Troppo rumore: il tribunale chiude Lombardore
Il tribunale ha deciso. L’autodromo di Lombardore deve chiudere o, almeno, limitare le proprie attività. Il Canavese perde così il suo unico autodromo ancora in funzione. Per qualche tempo, almeno fino a quando non si chiariranno le motivazioni della sentenza, prove bloccate sul circuito lombardorese. A fronte del pagamento di una cifra contenuta, nell'ordine dei 15/18 euro si poteva entrare in circuito con la propria macchina o con la propria moto compiendo giri veloci in tutta sicurezza. Uno sfogo per appassionati utile anche ad acquisire nozioni importanti su come gestire il proprio mezzo in caso di emergenza. Per il momento non sarà più così.
 
Il rischio che altri posti di lavoro vadano in fumo con questo provvedimento è alto, e di certo il contraccolpo di questa situazione lo avvertiranno anche le aziende che da anni lavorano sull'indotto del circuito. «La mia azienda - afferma Ezio Rosboch, titolare di Rosmoto - ha sede a tre chilometri dal circuito. Noi prepariamo moto da pista. Senza la possibilità di fare turni di prove libere subiamo un grave danno aziendale in un momento già difficile». E come lui tanti altri. Alla base della sentenza un problema annoso. Quello del rumore. Lo sforamento dei limiti acustici già in passato aveva portato a tante contromisure. Riduzione degli orari di apertura, tassativa applicazione di silenziatori alle moto ed alle macchine. Insomma, nonostante la buona volontà, non si è arrivati ad una soluzione.
 
«Siamo esterrefatti - dice Mino Potenza, uno dei titolari del circuito - non ci aspettavamo una sentenza di questo tipo, anche in funzione delle tante iniziative che avevamo avviato per il contenimento della rumorosità. Bisogna rendersi conto che i circuiti come il nostro, nel quale si svolgono anche corsi di guida, assolvono una funzione di pubblica utilità. E proprio lavorando in questa direzione stiamo pensando ad una ristrutturazione aziendale per trovare una parola diversa da "fine". Non ci si può limitare a chiudere una attività, aperta lecitamente e con tutte le autorizzazioni, in base a tecnicismi senza chiedersi veramente che cosa voglia dire per gli appassionati e per il territorio. Lo ritengo un sopruso».
 
Non sono escluse manifestazioni a favore della riapertura dell’autodromo: «Stiamo valutando di organizzare qualcosa per far sentire la nostra voce. Non possiamo lasciare che lo sconfinamento del rumore di 3 decibel in un giardino, perché di questo si parla, cancelli una realtà come la nostra, unica in tre regioni e dedicata a tutti gli appassionati».
QC Sport
CALCIO - Nessun insulto razzista durante la partita degli Allievi a Castellamonte
CALCIO - Nessun insulto razzista durante la partita degli Allievi a Castellamonte
l Giudice Sportivo del comitato Figc di Aosta, Ezio Garrone, assistito dal rappresentante dell’Aia, Ugo Navillod, non ha preso provvedimenti in ordine al presunto caso di razzismo in campo
GRAN PIEMONTE - Il grande ciclismo italiano torna protagonista in Canavese - FOTO
GRAN PIEMONTE - Il grande ciclismo italiano torna protagonista in Canavese - FOTO
Presentato oggi a Torino il GranPiemonte 2017, organizzato da RCS Sport-La Gazzetta dello Sport in collaborazione con la Regione Piemonte, la Federazione Ciclistica Italiana e la Camera di Commercio di Torino
RALLY - Conto alla rovescia per il decimo Memorial Conrero
RALLY - Conto alla rovescia per il decimo Memorial Conrero
Il rally storico avrà il suo epicentro ancora una volta a Ivrea e vivrà la parte agonistica venerdì 5 e sabato 6 maggio
CASTELLAMONTE - Insulti razzisti sul campo di calcio: ragazzino di 16 anni lascia la partita in lacrime
CASTELLAMONTE - Insulti razzisti sul campo di calcio: ragazzino di 16 anni lascia la partita in lacrime
Sabato scorso un giovane di colore sarebbe stato insultato a Castellamonte, nel corso del match del campionato allievi fascia B. Il ragazzo dopo aver ricevuto degli insulti a sfondo razzista è uscito dal campo piangendo
KARATE – Ad Anagni si fanno onore gli agonisti della Rem Bu Kan Rivarolo Canavese
KARATE – Ad Anagni si fanno onore gli agonisti della Rem Bu Kan Rivarolo Canavese
Un'altra grande soddisfazione per il Karate ski Piemontese, che si concentrerà ora sul prossimo impegno in calendario
IVREA - Il Circolo Scherma Giuseppe Delfino festeggia la doppia promozione
IVREA - Il Circolo Scherma Giuseppe Delfino festeggia la doppia promozione
Per Ivrea è una conferma ad alti livelli in una disciplina, quella della Scherma, che da anni vede il Circolo Delfino fare bene
CALCIO - La Mappanese dice "No al razzismo e alla violenza" - VIDEO
CALCIO - La Mappanese dice "No al razzismo e alla violenza" - VIDEO
Gli striscioni sono stati autorizzati dal presidente della federazione calcio piemontese, Christian Mossino, che ha lodato l'iniziativa
CANOA - La nazionale italiana presentata al castello di Parella - FOTO
CANOA - La nazionale italiana presentata al castello di Parella - FOTO
«La Regione Piemonte ha lavorato con la Federazione per ottenere il centro federale e ci siamo riusciti», ha detto l’assessore regionale allo Sport, Giovanni Maria Ferraris
IVREA - Il Canavese si conferma capitale della canoa - FOTO
IVREA - Il Canavese si conferma capitale della canoa - FOTO
La canoa slalom italiana riparte proprio da Ivrea e dalle tumultuose e impegnative acque della Dora Baltea
CALCIO - Villaretto-Mappanese: nessun insulto razzista in campo
CALCIO - Villaretto-Mappanese: nessun insulto razzista in campo
Il giudice sportivo, letto il referto dell'arbitro, conferma che all'interno del campo non si sono verificati episodi di razzismo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore