AGLIE' - Dopo gli insulti alle forze dell'ordine vergati sul muro di una casa la scorsa settimana (nel link sotto) i vandali sono tornati a colpire ad Agliè. Al netto di una dichiarazione d'amore per una ragazza, anche questa scritta sul muro di un'abitazione proprio in pieno centro, gli imbrattatori di turno, con una bomboletta color viola, hanno disseminato vari insulti nella zona delle scuole del paese.

I ripetuti episodi hanno generato una giusta ondata di indignazione anche sui social: «Forse non avete bene in mente che non siamo a Milano o a New York dove si fanno murales sui muri o sulla metro - scrive una residente - sono davvero schifata e mi auguro che tra vigili urbani e carabinieri si arrivi a prendere questi imbrattatori e che vengano obbligati a pulire».

Giusto l'altro giorno il sindaco Marco Succio aveva invitato eventuali testimoni a segnalare i casi alle forze dell'ordine. Un invito sempre valido visto che le scritte, dopo il primo episodio, si sono moltiplicate.

Galleria fotografica

Articoli correlati