Il Comune annuncia l'autovelox e qualcuno spara due colpi di fucile contro il tabellone luminoso che segnala il superamento del limite di velocità. Succede ad Albiano d'Ivrea ai danni del pannello di via Azeglio installato dal Comune come "dissuasore di velocità". Anche se non fa le multe, il pannello non è entrato nelle simpatie degli automobilisti. Il sindaco del paese, Gildo Marcelli, ha subito presentato una denuncia ai carabinieri. I colpi sarebbero stati esplosi nella notte tra venerdì e sabato della scorsa settimana. Nessuno si è accorto di nulla. 
 
Se si tratta di una minaccia contro l'installazione di autovelox fissi, il sindaco ha già chiarito che non si farà intimidire. Oggi è previsto un sopralluogo tecnico per capire dove piazzare i velox. Intanto il pannello sarà sostituito: costo dell'operazione, 5 mila euro. Ovviamente a carico di tutti i cittadini. Se l'autore dei colpi d'arma da fuoco è un residente in paese, non ha sicuramente fatto un bel servizio. Nè alle sue tasche, nè a quelle dei compaesani.
 
Il Comune proseguirà nell'installazione dei velox (probabilmente con i totem arancioni velo-ok come in altri Comuni del Canavese) perchè in tutti gli accessi al paese, da sempre, si rilevano velocità ben al di sopra dei limiti consentiti. Senza contare che il traffico è in costante aumento e i residenti chiedono maggiore sicurezza. I dissuasori luminosi ormai non servono più a nulla. 

Galleria fotografica

Articoli correlati