Il Comune di Locana ha diffuso un comunicato questa mattina per chiarire la situazione, decisamente drammatica, nella quale versa tutto il territorio comunale a causa dell'incendio boschvio che, ormai, va avanti in Valle Orco da lunedì, cioè da quando i primi focolai si sono sviluppati nel territorio del Comune di Ribordone. Purtroppo l'avanzata delle fiamme, a causa della siccità, sembra inesorabile. Fiamme che sono arrivate a lambire le case e che proseguono l'avanzata verso il Parco nazionale del Gran Paradiso. 

«Nelle giornate di mercoledì 24 e giovedì 25 ottobre, due elicotteri, uno proveniente dalla Val d’Ossola e uno di Air Green, hanno continuato per le intere giornate dalle ore 8 fino alle ore 18 con lanci mirati sopra le fiamme per domare l'incendio raggiungendo circa 200 lanci giornalieri - spiega il sindaco Giovanni Bruno Mattiet - ad ora verso valle il fuoco ha ormai raggiunto le abitazioni delle frazioni Bosco, Bardonetto, Carlevria, Gascheria, Boschietto, fino a lambire il capoluogo ed in particolare raggiungendo la strada provinciale 460, con punti sensibili a ridosso della centrale di Iren Energia a Bardonetto e del Santuario della Madonna delle Grazie al Gurgo. Sul versante a monte degli abitati, invece ha ormai raggiunto il territorio del Parco Nazionale Gran Paradiso sopra alle frazioni di Montepiano e Barelli».

Il Comune ha chiesto la necessità di intervento, oltre ai Vigili del Fuoco e AIB presenti, a volontari con autobotti agricole, al fine di avere maggiore disponibilità di acqua e soprattutto l’intervento intensivo di canadair. Gli abitati sono stati presidiati dalle Squadre AIB delle Aree 31 - 32 – 33 – 36 - 911 – 912 coordinate dall’Ispettore Provinciale Goglio Pio Graziano e dal Vice Ispettore Scarafiotti Roberto e dal Comandante Distaccamento di Zona Trione Danilo e dai Vigili del Fuoco.

«Fino ad ora si è lavorato con molto impegno e professionalità, purtroppo senza domare l’incendio tanto che il suo fronte è sempre aumentato raggiungendo un'estensione di circa otto chilometri e continua ad espandersi verso il Parco Nazionale del Gran Paradiso». Le immagini di questa notte rendono bene l'idea della situazione. Un grazie al lettore e al Comune di Locana che hanno inviato le foto.

Galleria fotografica

Articoli correlati