Passata l'ondata di pioggia e neve è già tempo di fare la conta dei danni in tutto il Canavese sferzato dal maltempo. In queste ore il personale tecnico dei Comuni lavorerà su alcune situazioni critiche relative a frane e allagamenti. In prima battuta sono stati segnalati numerosi problemi alle strade: l'asfalto, infatti, a causa della pioggia, si è completamente sfaldato su molte provinciali ad alto scorrimento.

In queste ore ci sono state segnalate delle vere e proprie voragini lungo la ex statale 460 (da Lombardore fino a Pont Canavese), sulla provinciale 222 da Rivarolo a Ozegna, su alcune strade di Castellamonte, sulla provinciale Rivarolo-Favria. Senza dubbio la situazione è analoga anche su altre direttrici. La pioggia e il traffico hanno fatto sostanzialmente saltare i vecchi rattoppi. In alcuni casi si sono formati dei veri e propri crateri di profondi diversi centimetri, molti dei quali al centro delle carreggiate quindi estremamente pericolosi perchè gli automobilisti sono costretti agli «slalom». Diverse auto sono già rimaste danneggiate alle ruote sulla 460.

Analoghi problemi su numerose strade di campagna e di collegamento con le frazioni dove l'acqua, tra sabato e domenica, ha portato via porzioni di asfalto superando gli argini di canali irrigui e rogge. Si raccomanda quindi massima prudenza. I Comuni stanno ricevendo le segnalazioni e, dove di competenza, interverranno direttamente. Ovviamente anche per nuovi rattoppi è necessario che smetta di piovere. Quindi qualsiasi intervento sulla viabilità dovrà attendere la fine dell'emergenza meteo.

Galleria fotografica

Articoli correlati