Rischio idrogeologico e valanghivo aumentato nelle Valli Susa, Sangone, Chisone e di Lanzo, oltre che in Canavese, di tipo idrogeologico e valanghivo per intensificarsi fenomeni piovosi e innalzamento temperature con quota neve a 2000 metri.

Criticità nei comuni di Cuorgnè (ingrossamento rio), Chiaverano (frana avvenuta in nottata), Ceresole (valanga in zona Nivolè e chiusura SP 50 dal km 0+100 per rischio valanghe), Borgata Nava comune di Cuorgnè e Borgata Faiallo comune di Pont Canavese interruzione energia elettrica con intervento ripristino in atto. Aeroporto di Caselle operativo su cui sono stati dirottati voli da Genova. Dalle 17 innalzamento livelli d’acqua attorno alle piste di atterraggio per cui stanno pianificando intervento di arginamento. Segnalato possibile pericolo per Diga di Gurzia (Comuni di Vidracco e Vistrorio) per cui non esiste alcun piano di intervento: la prefettura ha dato mandato ai Comuni di analizzare la situazione.

A Brandizzo il torrente Malone ha raggiunto i livelli di guardia, esondando in parte nelle zone del Comune di San Benigno Canavese.

Linea Sfm1 Canavesana Pont-Rivarolo-Chieri limitata. Causa allerta maltempo, nella giornata di domenica 24 novembre e fino nuovo avviso, la linea Sfm1 Pont-Rivarolo-Chieri, nella tratta da San Benigno a Rivarolo, sarà gestita con bus sostitutivi (nella foto che ci ha inviato un lettore il ponte di San Benigno alle 22.30 di sabato 23 novembre).

Anche la Torino-Ceres, domenica 24 novembre, funzionerà solo parzialmente: tra Ciriè e Torino solo autobus sostitutivi a causa dell'innalzamento del torrente Ceronda a Venaria Reale. I treni viaggeranno regolarmente solo tra Ciriè e Ceres salvo ulteriori peggioramenti nel corso della giornata.

La SP17 che da Leinì va a San Francesco al Campo è interrotta per allagamenti subito dopo l'abitato di Tedeschi, in zona Fornacino è chiusa via Piave, mentre nel centro città particolare attenzione è riservata alla zona di via San Francesco al Campo dove, sebbene il Bendola non desti al momento preoccupazione, i canali che ad esso afferiscono sono in sofferenza; allo stesso modo, è seguita con attenzione la situazione nella zona industriale e nell'abitato di Fornacino.

A San Giorgio Canavese per pericolo allagamenti chiusi i seguenti tratti viari:
- Via Ciconio SP 52 (da via per Ozegna a via Circonvallazione SP53)
- Via Peila / Strada per Cuceglio SP55
- Via Lusigliè (tra frazione Cortereggio e Lusigliè).

A Castellamonte chiusa la provinciale 222 all'altezza di Bottino Legnami a causa dell'allagamento della carreggiata stradale. A Bosconero chiusa via Villafranca. Diverse strade allagate anche a Barbania. A Valperga il Comune ha segnalato criticità nella zona Rolandi, lungo la strada per Pertusio e via Peradotto lungo il rio Livesa.

Galleria fotografica

Articoli correlati