BARBANIA - «Un po' acciaccata ma è il morale che è a terra». Così Patrizia Ceccarelli, ieri, è tornata a rassicurare amici e conoscenti via social. Animalista, presidente dell'associazione Casa del cane e titolare del rifugio la Casa del cane vagabondo di Barbania, qualche sera fa è stata aggredita nel cuore della notte nel giardino di casa. L'hanno salvata i cani: due uomini l'hanno spintonata e buttata a terra, colpendola al volto e al capo. Forse dei ladri, forse no.

Fatto sta che la pronta reazione dei cani è stata determinante: una dozzina di quattro zampe, infatti, ha visto la scena ed è corsa in cortile a difesa della proprietaria. Il dobermann Penny Black, il lupo cecoslovacco Tea, il pastore tedesco Jack, l'husky Alex e diversi altri meticci.

La reazione dei cani e il loro abbaiare ha messo in fuga i balordi. I carabinieri non escludono alcuna ipotesi per ora. Anche quella di un «avvertimento» visto che l'attività di Patrizia Ceccarelli, per il salvataggio di molti animali, ha sicuramente dato fastidio a molti. In ogni caso i malviventi sono stati messi in fuga dai cani. Qualunque fosse l'obiettivo del raid non avevano fatto i conti con i quattro zampe.

Galleria fotografica

Articoli correlati