BARBANIA - Il tribunale di Pereira, in Colombia, ha condannato a 22 anni e 7 mesi di carcere Oswaldo Londoño Barahona, finito a processo per doppio omicidio aggravato. Secondo i giudici del tribunale colombiano sarebbe lui il mandante dell'assassinio dell'imprenditore canavesano di Barbania, Roberto Gaiottino, 44 anni, e della moglie Claudia Dominguez Zabala, 36 anni, originaria proprio della città della Colombia.
 
I due sono stati uccisi a colpi di pistola, all'uscita di un locale, il 15 giugno 2018. Inizialmente si era pensato ad un omicidio a scopo di rapina. In realtà, come hanno ricostruito gli inquirenti, si è trattato di una vera e propria esecuzione.
 
Oswaldo Londoño Barahona ha quindi assoldato dei killer, appena arrestati dalla polizia e destinati ad andare a processo il prossimo mese di marzo, e li ha mandati ad uccidere la coppia. Il motivo? L'uomo aveva venduto a Gaiottino e alla moglie due chili d'oro risultati farlocchi. L'imprenditore canavesano, che pare volesse avviare una nuova attività con la moglie investendo nel commercio dell’oro, aveva pagato circa 45mila euro quella consegna e, ovviamente, quando si è accorto della truffa, ha chiesto la restituzione del denaro. Il colombiano, però, non avendo più a disposizione quella somma, ha assoldato i killer. 

Galleria fotografica

Articoli correlati