Galleria fotografica

BOLLENGO - La comunità bollenghina e il mondo della scuola eporediese hanno detto addio ad un musicista eclettico e a un insegnante stimato e preparato capace col suo sorriso contagioso di ritagliarsi un posto speciale nel cuore di allievi, amici e conoscenti. Sono giorni di lutto in paese dove oggi nella chiesa parrocchiale si sono svolti i funerali del 65enne Massimo Anselmetti.

A dare la triste notizia della morte del professore di musica sono stati la moglie Grazia, i figli Maurizio con Francesca ed Arianna con Ivan, gli amati nipoti Emanuele, Leonardo e Ludovico, la suocera Livia. Attorno al loro dolore e a quello dei cognati Piero e Monica, dei consuoceri Andrea e Antonella e degli zii Elda ed Ezio con le rispettive famiglie si sono stretti in tanti in queste ore di lutto.

Oltre l’insegnamento, il violino e la musica, Massimo Anselmetti era un grande appassionato di motori e in particolare di auto storiche, tanto da riuscire a portare la mitica gara Biella Classic sulle strade di Bollengo e Burolo. «L’Istituto comprensivo di Pavone Canavese si unisce alla famiglia e agli amici nel ricordo del professor Massimo Anselmetti, che troppo presto ha lasciato questo mondo – lo ha ricordato Cristina Marta, dirigente scolastica - Del professor Anselmetti voglio ricordare la serietà, la dedizione al lavoro, la disponibilità nei confronti delle esigenze della scuola, ma soprattutto la capacità nel coinvolgere alunni ed alunne, che accompagnava alla scoperta della musica, con talento e competenza. Che la terra gli sia lieve».