Va a funghi e si perde nel bosco. Il lieto fine arriva grazie al pronto intervento dei carabinieri di Azeglio. Protagonista, suo malgrado, un 70enne residente a Pavone Canavese che l'altra sera, in zona Broglina a Bollengo, ha rischiato grosso andando a funghi. Intorno alle 18 il pensionato è rimasto bloccato in una zona impervia: perso l'orientamento anche a causa dell'oscurità, all'uomo non è rimasto altro che attendere i soccorsi. Anche perchè, non trovando più riferimenti a causa del buio, il pensionato non è stato in grado di dare via telefono una posizione particolarmente precisa.

A dare l'allarme attraverso il 112 è stata la moglie del 70enne di Pavone non vedendolo rientrare a casa. Come avviene in questi casi si è immediatamente mossa la macchina dei soccorsi. L'uomo è rimasto bloccato nel bosco senza punti di riferimento. Per fortuna aveva il cellulare ancora carico. Non sapendo più da che parte girarsi e quale direzione prendere è rimasto fermo in attesa dei soccorritori.

I carabinieri di Azeglio, dopo circa un'ora di ricerche, sono riusciti ad individuarlo urlando nel bosco e, con le torce, sono riusciti a raggiungerlo. A quel punto il pensionato è stato recuperato e accompagnato all'auto. Stava tutto sommato bene, al netto dello spavento. 

Galleria fotografica

Articoli correlati