Proseguono le attività dei carabinieri del Noe contro degli incendi di rifiuti attraverso la ricerca ed il sequestro di capannoni utilizzati come discarica abusiva. Grazie ad una segnalazione arrivata alla compagnia di Venaria Reale è stato individuato, a Borgaro Torinese, un capannone in uso ad un’azienda operante nel campo del trattamento dei rifiuti completamente saturo di rifiuti speciali.

Decisiva è stata, nella circostanza, la tempestività dell’azione dei militari di Caselle che, dopo aver raccolto alcune segnalazioni di privati cittadini insospettiti dal continuo viavai di autotreni nei pressi del capannone, interessavano immediatamente i carabinieri del Noe di Torino affinchè venissero effettuati mirati controlli nell’area interessata dal particolare fenomeno. All'interno del capannone erano stoccate illecitamente circa 1000 tonnellate di rifiuti, in prevalenza di natura plastica, ammassati fino a lambire il soffitto della struttura stessa.

Le modalità dello stoccaggio, saturazione completa degli spazi, difficoltà ad accedere all’interno, impianto elettrico a contatto con i rifiuti e ostruzione dei presidi antincendio, allarmavano i militari che procedevano al sequestro dell’area di circa 1300 metri quadrati. All’attività partecipava anche personale del dipartimento ambiente della Città Metropolitana. Sono già in corso mirate indagini per individuare responsabilità in capo ai titolari dell’azienda e la provenienza oltre che la caratterizzazione dei rifiuti rinvenuti.

Galleria fotografica

Articoli correlati