I carabinieri di Caselle hanno arrestato un 39enne di Venaria Reale, ma da tempo domiciliato a Borgaro, per estorsione e detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. L'uomo, che aveva l'obbligo di dimora a Borgaro perchè indagato per rapina, dopo aver ceduto 50 grammi di cocaina ad un borgarese di 38 anni, invalido civile, ha iniziato a minacciarlo perché non aveva pagato 350 euro relative a presunte precedenti vendite di sostanze stupefacenti.

Il cliente del pusher, anzichè pagare, ha preferito rivolgersi ai militari dell'Arma. Gli investigatori hanno così organizzato lo scambio e il pusher è arrivato con 50 grammi di cocaina, pronto per ritirare anche gli altri soldi. All'appuntamento, però, ha trovato i carabinieri che lo hanno arrestato. Durante la successiva perqusizione nella casa dell'uomo, i carabinieri di Caselle hanno trovato nella casa del 39enne altri grammi di hashish e un bilancino di precisione.

La droga è stata sequestrata dai militari. Ora il pusher, Francesco P., si trova in carcere a Ivrea.

Galleria fotografica

Articoli correlati