Il «Bar Borgaro» di via Martiri della Libertà è stato chiuso per dieci giorni dai carabinieri di Caselle che hanno reso operativa una disposizione del questore di Torino. A seguito di controlli dei militari dell'Arma, avvenuti nelle scorse settimane, è stata rilevata una significativa presenza di persone pregiudicate o pericolose tra i clienti dell'eservizio commerciale.
 
A questa problematica si sono aggiunte alcune carenze igienico-sanitarie. Da qui il provvedimento del questore di Torino che potrebbe però diventare definitivo. Il bar è gestito da una società torinese: era stato chiuso sette giorni a novembre e multato quando i carabinieri avevano trovato delle slot-machine accese in orari non consentiti dalle normative vigenti. 
 
L'articolo 100 del Tulps dispone che la misura di pubblica sicurezza della sospensione della licenza può intervenire in caso di «tumulti o gravi disordini», oppure «qualora il locale sia abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose» o, comunque, se il comportamento costituisca «un pericolo per l’ordine pubblico, per la moralità pubblica e il buon costume o per la sicurezza dei cittadini». Trattasi di potere ampiamente discrezionale, avente natura tipicamente preventiva e cautelare, a garanzia di interessi pubblici primari quali la sicurezza e l'ordine pubblico.

Galleria fotografica

Articoli correlati