BORGARO TORINESE - I carabinieri della stazione Falchera hanno arrestato Laura Sulejmanovic, 25enne rom di origini bosniache, ricercata in tutta Italia per l'evasione dal carcere delle Vallette e condannata a tre anni e quattro mesi di reclusione per omicidio stradale e omissione di soccorso. Nel maggio 2017 la ragazza, senza patente ma alla guida di un camper, aveva travolto e ucciso sul ponte che da strada Aeroporto conduce a Borgaro, un scooter Kymco, provocando la morte dell'uomo in sella, un 58enne di Torino.  

In quell'occasione la ragazza scappò dal luogo dell'incidente e abbandonò il camper a Borgaro. Poi, un'ora dopo, tornò sul luogo del sinistro e si consegnò alla polizia. Un mese dopo, pur abbandonando la figlioletta di un anno in cella, riuscì con una rocambolesca fuga ad evadere dal carcere delle Vallette. Il tribunale di Torino la condannò infatti in contumacia per l'omicidio stradale di Borgaro.

La lunga fuga della Sulejmanovic si è interrotta due volte nel corso del 2021. A marzo è stata fermata dalla polizia di Imperia ma, per una questione procedurale, è stata rimessa in libertà nel giro di qualche giorno. L'altro giorno, invece, è stata fermata da una pattuglia dei carabinieri della Falchera nei pressi di strada Aeroporto. E' infatti probabile che la donna stesse tornando dai famigliari quando è stata notata dai militari dell'Arma. Ora è tornata in carcere.

Galleria fotografica

Articoli correlati