Secondo sciopero per gli agenti della polizia locale di Borgaro Torinese. Dopo la protesta dello scorso 22 novembre, i civich incroceranno nuovamente le braccia sabato 26 gennaio. Un secondo sciopero con le stesse motivazioni del primo: carichi di lavoro troppo pesanti, tensione all'interno del comando, ambiente insostenibile, richieste di trasferimento negate dal Comune.

Lo sciopero è stato annunciato dal sindacato Diccap, Dipartimento Autonomie Locali e Polizie Locali, che lamenta una totale chiusura da parte del Comune di Borgaro. Dopo la prima astensione dal lavoro, infatti, non ci sarebbero stati incontri o tavoli per discutere della situazione interna al comando della polizia locale.

Chiara, però, la posizione del sindaco Claudio Gambino: «Noi rimaniamo della nostra idea. Le mobilità in uscita devono essere controbilanciate da mobilità in entrata. Il tutto secondo criteri che a breve giro di posta verranno stabilite. Non possiamo concederle senza avere agenti in entrata».
 

Galleria fotografica

Articoli correlati