Un problema temporaneo al Canile di Caluso, quello verificatosi nel mese di luglio 2019 con l'arrivo di 32 cani proveniente da un'azienda agricola di Val di Chy affetti da leptospirosi, una malattia altamente contagiosa che può affliggere anche l'uomo.

Con un'ordinanza del 13 agosto (disponibile qui), il sindaco di Caluso Maria Rosa Cena ha imposto un regime di profilassi e decontaminazione completa del canile, ponendo anche in isolamento completo tutti i cani arrivati in struttura nel mese di luglio 2019.

Purtroppo due cani, dei 16 che sono risultati affetti dalle leptospire, sono morti, ma per tutti gli altri bisogna solamente attendere che termini il trattamento antibiotico che debella totalmente qualsiasi rischio.

 

 

Galleria fotografica

Articoli correlati