Nel giorno in cui la Regione Piemonte annuncia una nuova «Carta della qualità» del trasporto ferroviario per tutelare maggiormente i passeggeri dei treni, sulla Canavesana due corse sono saltate per non meglio specificati «problemi tecnici». Sono la corsa 4184/5 delle ore 17:16 da Rivarolo Canavese a Chieri e la corsa 4142/3 delle ore 19:50 da Chieri a Rivarolo Canavese. Entrambe sono state soppresse. Gtt ha messo a disposizione un bus sostitutivo per la corsa delle 19:50 solo nella tratta Chieri-Trofarello.
 
E dire che proprio oggi, come concordato nel tavolo permanente di consultazione costituito nel 2017 con le associazioni dei consumatori, la Regione Piemonte ha sostenuto la nuova Carta della qualità che dovrà essere utilizzata nella stesura dei prossimi bandi e contratti che l’Agenzia della mobilità piemontese concluderà per l’affidamento del trasporto pubblico locale. E' anche il caso della Gtt, ovviamente. 
 
La Carta rappresenta un “patto” tra il soggetto erogatore del servizio pubblico e l’utente basato sull’indicazione e la definizione degli standard di qualità, la semplificazione delle procedure anche tramite l’informatizzazione, la costituzione degli elementi che strutturano l’offerta. La redazione del documento costituisce anche l’assolvimento di un obbligo di legge. L’Amp ha già scritto a Trenitalia che la sua attuale Carta dei servizi risulta lacunosa in alcuni aspetti essenziali, quali il rimborso sotto importi inferiori a 4 euro e la carenza negli obblighi di fruizione ed esposizione della stessa, e che si dovrà attenere alle disposizioni previste dagli indirizzi regionali sia per contratto attuale che per quelli futuri.
 
Con queste disposizioni, come osserva l’assessore regionale ai Trasporti, Francesco Balocco, “gli utenti del trasporto pubblico saranno maggiormente tutelati nei prossimi contratti per l’affidamento dei servizi ferroviari”. Dopo aver ringraziato le associazioni dei consumatori “per la collaborazione e il proficuo lavoro svolto insieme”, anticipa che la scadenza per la presentazione delle offerte per la procedura di confronto competitivo per l'aggiudicazione del Servizio ferroviario metropolitano e alla ridefinizione del contratto con Trenitalia per i servizi regionali è prevista per il 21 marzo”.

Galleria fotografica

Articoli correlati