Organizzavano rave party su internet in modo da spacciare la droga. Tre ragazzi spagnoli sono stati arrestati l'altra mattina dai carabinieri di Leini. Potrebbero essere tra gli organizzatori dell'ultimo rave party che si è svolto in Canavese, due settimane fa, tra Feletto e Lusigliè, al quale hanno partecipato migliaia di giovani. In manette sono finiti un operaio 19enne di Tarragona, una commessa 25enne di Barcellona e un cameriere 29enne. Dopo l'arresto sono stati processati per direttissima a Ivrea e condannati a cinque mesi di reclusione ciascuno.

I tre sono stati fermati dai militari dell'Arma in via Cavour a Leini. Un carabiniere libero dal servizio ha notato quel furgone Nissan sospetto e ha chiamato i colleghi. Ci aveva visto lungo. All'interno del mezzo, infatti, nel corso della perquisizione, sono spuntati 50 grammi di marijuana suddivisa in confezioni, 42 grammi di hashish in dosi, un decimo di grammo di “mdma” (una droga sintetica pesante e anche molto pericolosa), 20 grammi di anfetamina, 1,4 grammi di cocaina, cinque pasticche di ecstasy, un bilancino di precisione e quasi 2000 euro quasi sicuramente incassati dallo spaccio di stupefacenti.

I tre erano probabilmente diretti verso il biellese, forse attesi per l'ennesimo rave party a base di musica e droga. Circostanza che in Cananvese alcuni Comuni conoscono bene, visto quanto accaduto appena due settimane fa sulle rive del torrente Orco.

Galleria fotografica

Articoli correlati