Un vasto incendio, divampato ieri sera poco prima di mezzanotte, nella zona di Santa Maria, parte alta del Comune di Quincinetto, ha devastato un'ampia area boschiva. Nessuna casa è stata lambita dalle fiamme che, però, hanno distrutto l'intero bosco. Diverse squadre dei vigili del fuoco, da Ivrea, Castellamonte e distaccamenti limitrofi, insieme a quelle dei volontari Aib, hanno lavorato per tutta la notte, fino alle prime luci dell'alba, per domare le fiamme, sicuramente favorite da questo lungo e anomalo periodo di siccità.

Ieri sera, oltretuttto, spirava sulla zona un vento piuttosto sostenuto. Elementi che hanno contribuito ad una rapida estensione del rogo. Accertamenti in corso sulle cause dell'incendio: potrebbe essere bastato un mozzicone di sigaretta per provocare la devastazione. Proprio qualche giorno fa (link sotto) la Regione Piemonte aveva dichiarato l'allerta incendi a causa della siccità che sta caratterizzando questo anomalo inverno.

Il vento ha poi fatto il resto, costringendo i vigili del fuoco agli straordinari per limitare l'estensione delle fiamme. Altri incendi boschivi in Canavese, sempre alimentati dal vento, si sono registrati ieri nella zona di Andrate e di Bairo.

Galleria fotografica

Articoli correlati