La Polizia Stradale di Torino, nel periodo compreso fra il 9 ed il 15 dicembre, prenderà parte alla campagna europea congiunta denominata «Alcohol and Drugs». L'iniziativa, frutto della cooperazione tra tutte le Polizie Stradali dell’Unione Europea aderenti, ha lo scopo di ridurre il numero di vittime della strada come previsto dal Piano d’Azione Europeo 2011-2020. In particolare, la campagna «Alcohol and Drugs», programmata per la prossima settimana, vedrà l’intensificazione dei controlli, su tutto il territorio dell’Unione Europea, dei conducenti di veicoli, sia leggeri che pesanti, al fine di contrastare il fenomeno della guida alterata, per l’assunzione di sostanze alcoliche piuttosto che di stupefacenti.

Gli operatori impegnati nei controlli verificheranno lo stato psicofisico dei conducenti, valutando il tasso alcolemico con l’impiego dell’etilometro e l’alterazione dovuto all’uso di sostanze stupefacenti a mezzo del nuovo strumento denominato «Drogometro». L'attività di controllo sarà indirizzata a tutte le categorie di conducenti: sia professionali che non; sia ai giovani che ai meno giovani e per tutto l’arco delle ventiquattro ore giornaliere del periodo indicato.

La guida in stato di alterazione per l’assunzione di sostanze psicoattive è tra le prime cause d'incidente stradale ed è per tale motivo che la Polizia di Stato di Torino, nell’ambito della provincia di sua competenza, nel periodo compreso dal 1 gennaio al 30 di novembre 2019 ha cercato di arginare tali cattive condotte alla guida contestando 738 illeciti per la «guida in stato ebbrezza alcolica» e 183 illeciti per la «guida alterata dopo l’assunzione di sostanze stupefacenti». Tutti gli automobilisti sono stati denunciati.

Galleria fotografica

Articoli correlati