Un pregiudicato sinti di 38 anni, Nino N., è stato denunciato per ricettazione dai carabinieri della compagnia di Venaria perché trovato in possesso di molta refurtiva tra cui sei etti di gioielli in oro e circa 30mila euro in contanti. L’uomo lè stato fermato in via Torino a Ciriè da una pattuglia del nucleo radiomobile impegnata in un normale controllo del territorio. L’uomo era senza documenti e ha chiesto di poter telefonare per farsi portare la carta d’identità.

Pochi minuti dopo sono arrivate la madre e altre due nomadi di Leini e Moncalieri, che hanno spintonato i militari cercando di ostacolare le operazioni di controllo. In pochi istanti sono arrivate altre tre gazzelle dei carabinieri. A quel punto i controlli sono proseguiti a casa del soggetto.

I militari hanno quindi recuperato una busta contenente i contanti e i gioielli, probabilmente frutto di qualche furto o truffa nella zona. Oltre a 400 chili tra grondaie e cavi in rame, decespugliatori, smerigliatrici, trapani, motoseghe, un tablet, uno spray anti-aggressione, due porta tessere in plastica con la scritta “Iren Energia”.

 

Galleria fotografica

Articoli correlati