L’intensificazione dei controlli al campo nomadi di via Germagnano a Torino, anche a seguito dei recenti incendi che hanno molto preoccupato la popolazione locale, ha consentito ai carabinieri di individuare in una baracca limitrofa al campo nomadi, circa 34 quintali di cavi dell’alta tensione del valore complessivo di circa 15.000 euro. L’occupante della baracca, Zaharel Patpaic, nato in Romania nel 1980, è stato fermato perché ritenuto responsabile del reato di ricettazione. Le indagini, ancora in corso, sono finalizzate all’identificazione di eventuali complici e l’individuazione, attraverso i codici stampati sui cavi, del legittimo proprietario del materiale. Molte aziende del Canavese hanno subito furti di cavi di rame nel corso delle ultime settimane. Non è escluso che l'oro rosso finisca a ripetizione nei campi nomadi di Torino e prima cintura.

Galleria fotografica

Articoli correlati