Nel corso del 2016 i reparti di pronto soccorso dell'Asl To4 in tutto il Canavese hanno accolto e curato 165.857 persone (di cui il 9,6% sono state ricoverate), erogando 1.480.760 prestazioni sanitarie, pari a 8,9 prestazioni/esami per ogni paziente. Nel 75% dei casi l’attesa media dei codici bianchi e verdi per ricevere le cure si è attestata al di sotto dei 90 minuti. Il 100% dei codici rossi è stato assistito immediatamente. Sono questi alcuni significativi dati contenuti nella relazione che l'Asl To4 ha reso noto l'altra mattina a consuntivo dell'attività sanitaria degli ospedali del Canavese. 
 
Al momento sono operativi in Canavese tre dipartimenti di Emergenza Urgenza e Accettazione (i pronto soccorso Dea) ad Ivrea, Ciriè e Chivasso. Un pronto soccorso a Cuorgnè e un punto di primo intervento al Mauriziano di Lanzo. 
 
Per ogni paziente che accede al pronto soccorso viene valutata la gravità del caso clinico e assegnata una priorità d’intervento. Ad ogni livello d'urgenza viene quindi assegnato un codice colore: rosso per i casi molto gravi, giallo per i casi di media gravità, verde per quelli differibili e bianco per quelli non urgenti. I casi che sono stati considerati molto gravi (da codice rosso) sono stati, nel 2016, soltanto lo 0,6% del totale degli accessi, quelli di media gravità (codice giallo) si attestano all'11,2%, mentre quelli differibili (codice verde) sono stati i più numerosi costituendo il 84,9% dei casi esaminati. 
 
«Crediamo sinceramente che questi dati siano tali da rappresentare l'ottimo livello di assistenza che i nostri operatori svolgono ogni giorno presso i Pronto Soccorso della Asl To4 - fanno sapere dall'azienda sanitaria - rilevare un dato non significa certo smettere di cercare di migliorare ogni giorno, ma questi dati significano una cosa di certo: nel Pronto Soccorso ci sono professionisti e persone che si impegnano e che meritano tutto il nostro rispetto umano e professionale».
 
Nelle tabelle qui sotto i dati forniti dall'Asl To4.

Galleria fotografica

Articoli correlati