Il tema del fallimento di Asa e della ripartizione dei debiti tra i soci dell'ex consorzio di raccolta rifiuti è stato il tema dell'incontro organizzato dal consigliere della Lega Andrea Cane con l'assessore regionale alla Montagna, nonchè vice-presidente, Fabio Carosso e alcuni rappresentanti del territorio. La riunione si è tenuta a Torino  negli uffici di piazza Castello venerdì scorso, 21 giugno, ed ha visto la partecipazione dei sindaci di Cuorgnè, Beppe Pezzetto, e di Forno, Alessandro Gaudio, oltre che del consigliere di Traversella Marco Puglisi. «E' stato un incontro molto cordiale - commenta Pezzetto - Il vicepresidente Carosso era "sul pezzo" e questo non può che farci ben sperare». Sul tappeto c'è soprattutto la questione del trasferimento ai Comuni delle quote di Asa che erano in capo alle Comunità montane e il metodo di riparto, perchè in caso di condanna da parte della Corte d'Appello al pagamento dei debiti, i bilanci delle varie Amministrazioni sarebbero messi in ginocchio. Da Carosso è arrivata la disponibilità trovare soluzioni che garantiscano i paesi coinvolti. «Per la nostra Giunta i piccoli Comuni, soprattutto di montagna, sono di fondamentale importanza - spiega il vicepresidente regionale - C'è grande attesa per la sentenza Asa: speriamo che si possa risolvere al meglio senza ulteriori strascichi per i nostri cittadini». E' stato un primo incontro conoscitivo, che però ha dato un segnale importante, come rileva Marco Puglisi. «Non si può che apprezzare la disponibilità dimostrata sia per i rapidi tempi di convocazione della riunione, sia per la preparazione sull'argomento mostrata dall'assessore - commenta - Mi sembra un cambio di rotta importante che certifica come il motto "un'altra velocità" usato in campagna elettorale non sia solo uno slogan ma una prassi concreta che speriamo venga portata avanti per tutta questa legislatura». La velocità di risposta della Giunte regionale alle sollecitazioni provenienti dagli enti locali ha soddisfatto anche il consigliere regionale della Lega Andrea Cane, promotore dell'incontro. «La chiave del successo risiederà anche nella capacità di ascoltare e seguire il territorio con una diversa velocità rispetto al passato - afferma - Per il futuro è mia intenzione lavorare alla creazione di una rete virtuosa di comunicazione e collaborazione  con i sindaci, assessori e consiglieri comunali che vorranno interagire con il nostro progetto di buongoverno».

Galleria fotografica

Articoli correlati