«Operazione riuscita, Loris è stato forte e coraggioso. Anche questa battaglia posso dire di averla vinta. L’operazione è durata oltre sei ore, adesso pensiamo a fare fisioterapia e a guarire. Ci aspetteranno altre battaglie in futuro... un abbraccio dalla Florida». Così Corine Lesieur, la mamma del piccolo Loris Augusti, nella notte (ora italiana) ha diffuso la notizia che in molti stavano attendendo. L'operazione alla quale è stato sottoposto il piccolo Loris, il bimbo di Cuorgnè di 6 anni, è andata bene. Un'operazione delicata visto che il bimbo è nato con una malformazione ad una gamba che, di fatto, gli ha impedito di camminare e correre come tutti i bimbi della sua età.
 
Un'operazione per la quale l'intero Canavese si è mobilitato nei mesi scorsi. Perchè solo al «Paley Advanced Limb Lenghthening Institute», in Florida, sarebbe stato possibile seguire il piccolo. La raccolta fondi è decollata, il passaparola ha coinvolto decine e decine di persone. Un territorio intero è riuscito nell'impresa di regalare al bambino una nuova speranza. Vi hanno aderito un po' tutti. Sindaci, Pro loco, donatori di sangue, associazioni sportive e di volontariato, privati cittadini. Tutti ad organizzare eventi di raccolta fondi per il piccolo Loris.   
 
La cifra raccolta, superiore ai 200mila euro, è stata destinata non solo all'intervento chirurgico negli Stati Uniti, ha fatto sapere la mamma, ma anche per la riabilitazione, i medicinali e i mesi che, necessariamente, il piccolo dovrà trascorrere lontano dall'Italia. 

Galleria fotografica

Articoli correlati