Galleria fotografica

CANAVESE - Il caldo anomalo di questi giorni sta devastando il manto nevoso sulle montagne del Canavese. Un grosso danno per gli impianti sciistici della zona. «Dopo le nevicate delle ultime settimane e le operazioni d'innevamento artificiale, nessuno poteva aspettarsi un epilogo simile», fanno sapere dall'associazione Pianeta Neve che gestisce gli impianti di Piamprato Soana.

Per il secondo anno consecutivo, alcuni giorni di temperature anomale, pioggia e venti di caduta sono riusciti a vanificare ogni sforzo per consentire le aperture natalizie delle piste. La foto a sinistra è del 25 dicembre 2022, quella a destra di una settimana prima. Dove c'era la neve, oggi non rimane che qualche centimetro di ghiaccio e terra... «A fronte di tale situazione, Associazione Pianeta Neve, con grande rammarico, comunica che la sciovia e il tapis roulant di Piamprato rimarranno chiusi fin tanto che le condizioni meteo non permetteranno il ripristino delle piste».

A Ceresole Reale, invece, chiusa la pista di discesa per lo stesso motivo dalla vigilia di Natale (foto sotto). Per quanto riguarda il fondo aperti gli anelli 1-2-3 chilometri in località Lilla. Chiuso il giro lago per assenza di neve.