Sindaci del Canavese (una volta tanto) uniti sulla difesa della ferrovia Canavesana. E, in particolare, sulla difesa del tratto Rivarolo-Pont, l'unico non ancora elettrificato. I primi cittadini lo hanno ribadito l'altra mattina a Locana, dove Cgil e Ires hanno presentato i risultati dell'indagine sulla qualità della vita in alto Canavese e Valchiusella. Tra i nodi delicati c'è proprio quello dei trasporti dal momento che gli intervistati hanno sonoramente bocciato i servizi fin qui offerti dalla Gtt, colpa anche del costante taglio delle corse (sia di bus che di treni). E sul futuro della Canavesana, dopo un periodo estremamente difficile tra ritardi, guasti e atti vandalici, cominciano a circolare voci molto preoccupanti.
 
Sulla Rivarolo-Pont, i sindaci sono tornati a chiederne l'elettrificazione. Servirebbero otto milioni di euro che la Regione, qualche anno fa, aveva già annunciato. Poi i soldi sono finiti altrove e il Canavese, tanto per cambiare, è rimasto a bocca asciutta. «Non facciamoci rubare i servizi - ha detto il sindaco di Cuorgnè, Beppe Pezzetto - battiamoci per mantenere quelli che ci sono a partire dalla ferrovia. Il sospetto è che con la scusa delle nuove norme di sicurezza si faccia in modo di chiuedere la linea. Questo non possiamo permetterlo. Non solo dobbiamo difendere quello che c'è ma dobbiamo chiedere dei miglioramenti».
 
Dello stesso avviso il sindaco di Locana, Giovanni Bruno Mattiet. «Abbiamo una rete ferroviaria da potenziare. Difenderemo anche quella. A mio avviso l'elettrificazione della Rivarolo-Pont è doverosa. C'erano anche i soldi che poi sono stati dirottati altrove. Con la prospettiva che il Parco nazionale del Gran Paradiso debba trasferire la sua sede in valle, un trasporto pubblico che funziona è doveroso. E la ferrovia, in questo momento, rappresenta una grande occasione per tutto il territorio, anche dal punto di vista turistico». Insomma, le voci di una cessione di Gtt del ramo ferrovia preoccupano in Canavese: i sindaci hanno deciso di "mettere le mani avanti" per anticipare eventuali voci di dismissione.

Galleria fotografica

Articoli correlati