Sta diventando sempre più complicato rimettere in sesto l'ex statale 460, nel tratto tra Lombardore e Leini. Dopo il cedimento dell'asfalto sono iniziati i lavori da parte della Città metropolitana, con conseguente chiusura dell'importante (e trafficata) provinciale del Gran Paradiso. La fine del cantiere, inizialmente prevista per metà giugno, sembra però destinata ad un altro rinvio. Oggi, infatti, la Città metropolitana ha comunicato che, probabilmente, i tempi si allungheranno.

«Slitta di qualche settimana la conclusione dei lavori di ripristino della strada provinciale 460 del Gran Paradiso - confermano dall'ente che ha sostituito la Provincia di Torino - durante l’intervento sono stati trovati vecchi materiali di riempimento che dovranno essere correttamente smaltiti». Niente metà giugno, insomma: gli automobilisti dovranno armarsi di ulteriore pazienza.

La 460 è chiusa nel tratto fra le uscite di Leinì e Lombardore dal 14 aprile scorso a seguito di un cedimento del manto stradale in corrispondenza di un attraversamento idraulico. I lavori consistono nella sostituzione del tratto di condotta a piastre multiple danneggiata con uno scatolare in cemento armato, una scelta dettata dalla necessità, che la Città metropolitana ha condiviso anche con gli amministratori locali, di contenere al massimo i tempi per la riapertura.

Galleria fotografica

Articoli correlati