CANISCHIO - Attimi di paura, nella notte tra mercoledi e giovedi, in borgata Sombeila, una delle frazioni alle porte di Canischio. All'improvviso il tetto di un'abitazione rurale, occupata da due coniugi di Torino che l'hanno presa in affitto, ha ceduto di schianto. I due, che stavano dormendo in camera da letto, sono stati svegliati dal boato e sfiorati da alcuni calcinacci. Per fortuna se la sono cavata con un grosso spavento. Sono stati loro a chiamare il 112. Sul posto hanno operato i vigili del fuoco e i carabinieri di Cuorgnè. Marito e moglie sono stati costretti a lasciare la casa. 

Il Comune di Canischio ha provveduto a dichiare inagibile lo stabile. Vista la documentazione prodotta dal responsabile dell’Area Tecnica del Comune, con la quale è stato certificato l’esito del sopralluogo effettuato con il personale del servizio di Polizia Municipale, è emerso che l’immobile presenta una grave precarietà statica, e di conseguenza è da ritenersi privo del certificato di agibilità che attesti la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, staticità, valutate secondo quanto dispone la norma vigente. 

Ne è seguita un'ordinanza del vicesindaco Giulia Galli che impone alla proprietà e a chiunque, a qualunque titolo, occupi il fabbricato stesso, di non utilizzare i locali sino a quando non verranno ripristinate le normali condizioni di sicurezza. Il fabbricato è stato chiuso con l'apposizione della cartellonistica di sicurezza, in particolar modo verso la strada privata adiacente allo stesso immobile, utilizzata anche da altri residenti. C'è infatti il pericolo di eventuali cadute dall’alto di porzioni della copertura.

Galleria fotografica

Articoli correlati