Sarà nuovamente Vincenzo Ceratti (nella foto con la Mugnaia della scorsa edizione, Federica Ranieri Grijuela) il Generale dello Storico Carnevale di Ivrea. La Fondazione che organizza la manifestazione, dopo aver destituito il generale designato, Alberto Bombonato, in quanto denunciato per molestie da una vivandiera, ha deciso di andare sul sicuro affidando il delicato incarico al Generale uscente. 52 anni, eporediese del quartiere Bellavista, agente generale di assicurazione e volontario della Croce Rossa Italiana, Ceratti, l'anno scorso, è stato particolarmente apprezzato. Anche per questo la Fondazione ha deciso di puntare nuovamente su di lui.
 
Un lunghissimo curriculum carnascialesco: iscritto da decenni ai Tuchini del Borghetto e membro del direttivo dal 1990; 14 anni nello Stato Maggiore ricoprendo la carica di ufficiale d’onore addetto agli Alfieri e agli Abbà. È stato per quattro anni primo ufficiale furiere e per tre anni ufficiale d’onore addetto al Generale. Aiutante di Campo per tre anni di cui due Aiutante di Campo del Generale addetto allo Stato Maggiore e uno addetto al Generale. Fondatore e presidente onorario del Reggimento Provinciale di Ivrea ospite permanente alla sfilata storica del Carnevale è stato anche insignito del riconoscimento del Cuore di San Grato nel 2017.
 
«Ho accettato la chiamata della Fondazione con un profondo senso di responsabilità. Senza voler entrare nel merito di quanto accaduto credo sia importante in questo momento richiamare tutta la cittadinanza al senso di comunione, fratellanza e unione che sono i valori fondanti del nostro Carnevale». La Fondazione gli augura una buona campagna, certa che l’esperienza, l’entusiasmo e l’attaccamento alle tradizioni del nostro Carnevale lo aiuteranno a ricoprire il ruolo di Generale con successo anche per questa edizione.

Galleria fotografica

Articoli correlati