Voleva buttarsi giù da una finestra del municipio, per colpa di un accertamento sull'Imu, ovvero la tassa che si paga per fabbricati e abitazioni secondarie. Un uomo di 50 anni, ieri mattina, ha messo in allarme tutto il municipio di Caselle, in piazza Europa. Dopo aver ricevuto l'accertamento e chiesto spiegazioni a sindaco e uffici competenti, ieri l'uomo avrebbe dovuto portare un memoriale, proprio per cercare di capire se fosse o meno dalla parte della ragione.

«Avevamo concordato con il signore che questa mattina (ieri ndr) si sarebbe dovuto presentare in ufficio con la documentazione» spiega il sindaco Luca Baracco alla redazione di QV, Quotidiano di Venaria. Ma, all’improvviso, ha dato in escandescenza, gettando nel panico gli uffici e minacciando di lanciarsi da una finestra di palazzo civico.

Sul posto sono così intervenuti gli agenti della polizia locale, l’assessore ai tributi, Giovanni Isabella e lo stesso sindaco, chiamato d’urgenza. Con loro anche il consigliere di opposizione, Mauro Esposito. Grazie ad un'opera di convincimento, l'uomo è tornato sui suoi passi. Secondo gli accertamenti l'uomo avrebbe dovuto pagare un conto complessivo di qualche migliaio di euro. Sono in corso le indagini della polizia municipale per ricostruire la dinamica dell'accaduto e chiarire le motivazioni del gesto.

Galleria fotografica

Articoli correlati