CASELLE - Più controlli negli aeroporti sui passeggeri in arrivo dall'estero, anche su quelli dell'area Schengen. Lo ha deciso il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è riunito ieri pomeriggio in Prefettura a Torino.

I controlli riguardano il green pass: in particolare ci si concentrerà sui paesi nei quali il contagio sta crescendo in maniera notevole. L'obiettivo è scoraggiare quanti tentano di volare da un paese all'altro confidando nei pochi controlli da parte delle autorità aeroportuali. Il provvedimento, promosso dalla prefettura di Torino, riguarda, in Piemonte, l'aeroporto di Caselle e quello di Cuneo.

Chi viaggia in aereo tra paesi diversi, infatti, deve presentare un green pass valido, rilasciato quindi con la vaccinazione anti covid o con un tampone molecolare negativo nelle 48 ore precedenti al volo. In queste ore sono in corso gli incontri operativi delle forze dell'ordine per definire le modalità di controllo e su quali voli effettuare la verifica dei green pass. 

Galleria fotografica

Articoli correlati