Tutto pronto per i lavori del «Caselle Open Mall», la mega shopville destinata a sorgere a due passi dalla pista dell'aeroporto Sandro Pertini di Caselle. Il progetto è stato presentato ufficialmente ieri. Se ne parla da decenni. Ora sembra essere arrivato il momento buono. «Quando apriremo al pubblico? Se tutto andrà bene per fine 2022». L'amministratore delegato di Aedes Siiq, Giuseppe Roveda, ha annunciato ieri l'imminente avvio dei lavori per la shopville. 2500 i posti di lavoro previsti all'interno.

Il Caselle Open Mall avrà una superficie commerciale utile di 114mila metri quadri; 230 negozi, con brand internazionali; 83.900 metri quadri dedicati al retail; 18.700 metri quadri dedicati all'intrattenimento per ogni genere d'età (di cui un operatore sarà National Geographic, ndr); 9.400 metri quadri dedicati alla ristorazione in ogni sua forma; 2mila metri quadri per i servizi, 8mila posti auto e 2.500 metri quadri per un supermercato. «Speriamo non ci siano ricorsi amministrativi, in modo da rispettare i tempi. Adesso partiranno gli appalti per i lavori legati ai servizi, tra cui l'accertamento che non vi siano ordigni bellici nell'area di cantiere. Nel frattempo, e di pari passo, stiamo portando avanti le negoziazioni per le superfici». Già 200 operartori avrebbero manifestato il loro interesse per uno spazio all'Open Mall.

«E' un'occasione di rilancio per tutta Caselle e non solo, in un'ottica di sviluppo sostenibile. Questa è una di quelle occasioni da cogliere al volo, senza ripensamenti di alcun genere. La zona dove sorgerà l'Open Mall è strategica: a due minuti dall'aeroporto e dalla stazione ferroviaria Torino-Ceres, anch'essa oggetto di un importante restyling. Siamo vicini alle valli di Lanzo, a Venaria e al centro di Torino. Così come al Canavese», sottolinea il sindaco Luca Baracco. Sono previsti anche imponenti interventi sulla viabilità che interesseranno anche i Comuni vicini come San Maurizio Canavese e Leinì.

Galleria fotografica

Articoli correlati