​Era già seduta al proprio posto a bordo di un aereo in partenza per Malta quando i finanzieri l’hanno raggiunta e, tra lo stupore degli altri passeggeri, riaccompagnata al terminal dello scalo torinese. Il tutto nasce quando gli addetti alle vendite del duty free dell'aeroporto Sandro Pertini di Caselle, avvisano il personale della Guardia di Finanza di un furto di profumi e creme avvenuto pochi muniti prima all’interno del punto vendita; un rapido sguardo alle telecamere di sorveglianza e i finanzieri, dopo un veloce incrocio dei dati sulle liste passeggeri imbarcati, risalgono al responsabile del furto.

​Il gate è già chiuso, ma gli inquirenti arrivano sino sotto il velivolo, riconoscono la donna seduta nelle prime file del velivolo e la conducono negli uffici del comando.​ Lei nega, ma dopo uno sguardo all’interno del bagaglio a mano, i finanzieri della compagnia di Caselle ritrovano alcune confezioni di profumi e creme di note marche che provenivano, chiaramente, dal Duty Free dello scalo torinese e per le quali la passeggera non ha saputo fornire giustificazioni. ​La donna, una cinquantenne italiana, è stata denunciata per furto.

Galleria fotografica

Articoli correlati