Una banda di teppisti ha spaccato, nei giorni scorsi, i vetri dei mezzi movimento terra che da settimane stanno operando nel torrente Stura per metterlo in sicurezza in Borgata Francia, a Caselle. Si tratta degli escavatori dell'Aipo, l'Agenzia interregionale per il fiume Po. Agenzia che in questi giorni è impegnata, con il proprio personale, a realizzare una massicciata di 400 metri e a ripristinare il pannello frangi-flutti per evitare nuove esondazioni in caso di maltempo. I lavori costeranno in totale 150mila euro, cui si aggiungeranno i 500mila regionali per il consolidamento degli argini del torrente e per l'apertura di un nuovo canale di deflusso. Accertamenti in corso sull'episodio da parte dei carabinieri della compagnia di Venaria. Quella dell’altra notte sembra essere più una bravata da ragazzi, che un vero e proprio attacco all'Aipo.

Galleria fotografica

Articoli correlati