Castellamonte in lutto per l'improvvisa scomparsa di Alessandro Chiantaretto, capogruppo degli Alpini dal 2013 e molto attivo in città. Era stato Primo Console dell'antico Carnevale di Castellamonte nel 1990 al fianco della moglie Maria Grazia che quell’anno aveva vestito i panni della Bela Pignatera. Nel 2016 il carnevale gli aveva dedicato il Re Pignatun, il mitico fantoccio di cartapesta che, con il suo rogo il mercoledi delle ceneri, chiude le celebrazioni del carnevale. Presidente della Società di mutuo soccorso di Filia, per tanti anni è stato anche membro attivo della Pro loco di Castellamonte, confermando con il suo impegno nelle associazioni il suo grande legame con la città. Chiantaretto era anche tra i promotori dell’iniziativa delle mele della salute per Candiolo e nella diffusione del progetto dell’orto scolastico.

Il Supremo Ordine, ieri sui social (dai quali è tratta la foto), ha diffuso la notizia, confermando la voce che nel primo pomeriggio ha iniziato a girare in tutta la città: «Oggi è veramente una triste giornata. E' mancato Alessandro Chiantaretto, Primo Console dello Storico Carnevale di Castellamonte anno 1990 e Pignatun dell'anno 2016».

Chiantaretto è stato stroncato ieri intorno all'ora di pranzo da un malore fulminante. Si trovava nel frutteto a Filia e i famigliari, non vedendolo rientrare per il pranzo, sono andati a cercarlo. Sono stati loro a dare l'allarme. Nei prati della frazione è anche atterrato l'elisoccorso del 118. Purtroppo è stato tutto inutile. Quando l'equipe medica ha raggiunto Castellamonte, il cuore del capogruppo degli Alpini aveva già smesso di battere. Chiantaretto lascia un vuoto immenso in tutta la città che, in queste ore, si è stretta al dolore della famiglia.

Teodoro Medaglia ricorda Sandro, come un valido collaboratore all’interno della Pro Loco di Castellamonte oltre che nella veste di un grandissimo amico, con il quale ha condiviso tanti momenti di vita quotidiana. Il sindaco Pasquale Mario Mazza, definisce Sandro come “un amico, da sempre” sottolineando inoltre l’affetto e l’amicizia con la sua famiglia. Lo ricordiamo instancabile nel suo impegno, svolto con grande passione, in numerose associazioni presenti nella nostra Città. Il suo ricordo resterà nella memoria di tutti.

Galleria fotografica

Articoli correlati