CASTELLAMONTE - La città della ceramica si conferma un «buon retiro» ideale per chi vuole trascorrere la pensione. Dopo il compleanno di Giuseppe Giughello, nato a Villa Castelnuovo e residente a Castellamonte dal 1957, che lo scorso 23 gennaio ha tagliato il traguardo delle 100 primavere, altri due castellamontesi in questi giorni hanno superato il secolo di vita. Sono Domenica Vernetti e Anna Maria Marta. 

La prima è nata il 21 febbraio 1921 a Castellamonte e ha trascorso i suoi 100 anni in strada Casino, in gran parte fianco a fianco con il marito Giuseppe Boggio, mancato ormai da 23 anni. Domenica è nata ed ha sempre abitato in Strada Casino, in quella casa costruita nel 1892 dai suoi avi, oggi ristrutturata e abitata dalla nipote. In questa casa ha trascorso tutta la vita, compreso il periodo della seconda Guerra mondiale, con attimi di paura, quando durante la ritirata i tedeschi si accamparono nelle vicinanze, prendendo possesso di alcune stanze dell’abitazione. Annovera in famiglia un figlio, due nipoti e cinque pronipoti.

Anna Maria Marta, invece, è nata a San Martino Canavese il 17 febbraio 1921. Dal 1958 al 1975 ha gestito con il marito Giuseppe Pastore Trossello e il figlio Franco l'albergo «Castello di Agliè», in via Massimo D'Azeglio a Castellamonte. A tutti i centenari il Comune di Castellamonte ha fatto avere una targa ricordo e un omaggio floreale con i sentiti auguri del sindaco Pasquale Mazza, dell'amministrazione e di tutta la città.

Galleria fotografica

Articoli correlati