Sabato 13 gennaio, nel tragico anniversario dell'omicidio, la famiglia ricorderà la professoressa Gloria Rosboch con una Santa Messa nella chiesa parrocchiale di Castellamonte. Sarà l'unica iniziativa in ricordo della povera insegnante, strangolata dall'ex allievo Gabriele Defilippi che, insieme al complice Roberto Obert, l'ha poi gettata nella vasca del percolato della discarica di Rivara. 
 
L'appuntamento è alle 18 nella rotonda Antonelliana. «Nel tragico secondo anniversario della scomparsa, un grazie particolare va a tutte le persone che con fiori, scritte e lumini si ricordano di lei», hanno fatto scrivere i genitori nel manifesto che annuncia la Santa Messa in suffragio.
 
Dopo due anni, va detto, il ricordo della professoressa Rosboch è ancora più vivo che mai. Castellamonte (e non solo) ha visto un fiorire di iniziative in ricordo della 49enne. Dalle intitolazioni nella scuola media Cresto dove insegnava, fino alla "sedia rossa" che l'associazione «Donne della Valle Sacra» ha donato simbolicamente alla sede della Croce Rossa un mese fa. Segni tangibili di un territorio che non dimentica. Non potrebbe essere diversamente. 

Galleria fotografica

Articoli correlati