Super compleanno, sabato scorso, alla casa di riposo «Domenica Romana» di Castellamonte dove ha spento le sue 100 candeline Dobrilla Pizzi, per tutti Tina. Presenti i famigliari della longeva nonnina, il personale della struttura e l'amministrazione comunale con il sindaco Pasquale Mazza.

Nata a Villanova Marchesana, paese che si affaccia proprio sul Po in provincia di Rovigo il 16 febbraio 1920, nella sua lunga vita la signora Tina ha svolto svariati lavori. Ad appena 14 anni si è sposata con Tommaso, detto Tommasino, suo compaesano. Agli inizi degli anni '50 il trasferimento in Canavese, seguendo un flusso migratorio che, in quel decennio, portò migliaia di veneti ed emiliani in Piemonte. Tina e il marito trovarono casa a Castellamonte e da allora sono diventati canavesani d'adozione.

Sabato scorso il sindaco Pasquale Mazza e l'assessore Patrizia Addis hanno omaggiata la neo centenaria con un mazzo di fiori ed un targa ricordo. Poi tutti a soffiare sulle candeline della torta.

Galleria fotografica

Articoli correlati